Russia: Rosneft sotto attacco hacker

Adjust Comment Print

Tra le vittime troviamo l'azienda di navigazione danese Maersk, il colosso pubblicitario britannico WPP e l'industria francese Saint-Gobain, che hanno confermato di essere state colpite. L'Associated Press cita anche il colosso dei trasporti marittimi Moller-Maersk.

Un attacco hacker, simile a WannaCry, è attualmente in corso in Russia e Ucraina. A diffondere la notizia la redazione del portale The Verge che riporta diverse segnalazioni diffuse dalla stampa locale di Ucraina e Russia, tra i paesi più colpiti. Le società coinvolte dall'attacco sarebbero Kievenergo, Ukrtelecom, Kievstar, Sberbank, NovaPochta, Oshadbank e Otpbank. Sembra che siano stati disattivati anche i software che controllano la centrale nucleare di Cernobyl. "Ci sono elementi secondo cui Petya è di nuovo in circolazione, sfruttando la vulnerabilità SMB (Server Message Block)", ha dichiarato l'agenzia di IT governativa svizzera Melani (Swiss Reporting and Analysis Centre for Information Assurance). Un'agenzia del governo svizzero ha riferito di avere notato segnali di Petya che stanno circolando nuovamente.

Google, multa record della UE: 2,4 miliardi di euro
Secondo l'Ue, infatti, offriva vantaggi alle aziende che pagavano, specie nel servizio di comparazione degli acquisti . Ciò non toglie che a Google sarebbe potuta andare ancora peggio.

L'aeroporto di Kiev ha messo in guardia da possibili ritardi. Nel caso dell'attacco del 12 maggio, gli hacker hanno chiesto 300 dollari a utente. I sistemi interni tecnici della centrale "funzionano regolarmente" e sono "parzialmente fuori uso" quelli che monitorano "i livelli di radiazione". Inaccessibili il sito della Centrale di Chernobyl.

"Credo non ci sia nessun dubbio che dietro a questi 'giochetti' ci sia la Russia perché questa è la manifestazione di una guerra ibrida", ha detto il consigliere del ministro dell'Interno ucraino Zoryan Shkiriak. Il premier ucraino, Volodomyr Groysman, lo ha definito su Facebook 'senza precedentì spiegando che gli specialisti informatici 'fanno il loro lavoro e proteggono le infrastrutture crucialì. La portavoce dell'Sbu, i servizi di sicurezza di Kiev, avrebbe detto che all'interno dell'agenzia si suppone che gli attacchi siano partiti dalla Russia o dai territori occupati del Donbass.

Comments