Bollette luce, rincaro d'estate: dal primo luglio sale del 2,8 per cento

Adjust Comment Print

A decidere questo nuovo aumento l'Autorità per l'energia. In particolare, come stabilito dall'Autorità per l'energia, dal mese prossimo a luce costerà il 2,8% in più.

Fondamentalmente, l'aggiornamento dei prezzi effettuato dall'Aeegsi è una sorta di previsione su quello che sarà l'andamento dei mercati all'ingrosso delle materie prime energetiche, non solo elettricità e gas in senso stretto, ma anche carbone, petrolio e fonti rinnovabili.

Se per la luce ci sarà un piccolo dispiacere per le famiglie, il gas darà maggiori soddisfazioni: infatti, ci sarà una riduzione delle tariffe pari al 2,9%. In totale si registra un aumento di circa 9 euro/anno. "Sono ancora ampiamente diffuse, inoltre, le pratiche commerciali scorrette e gli abusi nel settore da parte di società che, in questi anni, non sono riuscite a dare vita ad una vera concorrenza". "L'elettricità aumenta proprio quando si impennano i consumi degli italiani, per l'utilizzo di condizionatori e altri apparecchi elettrici durante l'estate - denuncia il presidente Carlo Rienzi -".

Russia: Rosneft sotto attacco hacker
Le società coinvolte dall'attacco sarebbero Kievenergo, Ukrtelecom, Kievstar, Sberbank, NovaPochta, Oshadbank e Otpbank. Un'agenzia del governo svizzero ha riferito di avere notato segnali di Petya che stanno circolando nuovamente.

Una "batosta" per le famiglie italiane. "Per tale motivo il Codacons valuterà eventuali azioni legali da intraprendere per sospendere i nuovi rincari dell'energia elettrica, compresa una denuncia in Procura per la fattispecie di aggiotaggio nei confronti degli operatori all'ingrosso". Nel terzo trimestre del 2017 l'andamento del prezzo dell'energia elettrica, come detto, è principalmente determinato dall'aumento dei costi di approvvigionamento, legato ad una stima di significativa crescita dei prezzi nei mercati all'ingrosso (con quotazioni del Prezzo Unico Nazionale previste superiori di circa il 20% rispetto al II trimestre) che riflette l'atteso rialzo dei consumi, sostenuti dalle alte temperature della stagione estiva.

Su base annua, quindi da luglio 2018 a luglio 2019, secondo uno studio dell'associazione, la famiglia tipo pagherà 14,60 euro in più per la corrente elettrica. Di conseguenza gli effetti ricadono sui consumatori.

Le decisioni dell'Autorità per l'energia devono essere assorbite dagli operatori.

Comments