Caso Yara, difesa Bossetti: "Concedete perizia Dna e non condannatelo"

Adjust Comment Print

Il presidente della Corte d'Assise d'Appello di Brescia, Enrico Fischetti, in mattinata è intervenuto sulla richiesta della difesa di Bossetti che aveva preannunciato l'intenzione di proiettare alcuni video e slide in aula necessari per facilitare la comprensione delle linee guida dell'arringa difensiva, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti del Dna.

L'avvocato Andrea Pezzotta, uno dei legali della famiglia della vittima, ricorda Yara come "la bambina più solare del mondo e poteva suscitare solamente sentimenti di tenerezza, ma questo in una persona normale, a nessuno in quest'aula, tranne che a uno, potevano venire in mente vedendola pensieri sessuali".

L'avvocato di Massimo Bossetti si è quindi soffermato sulla foto satellitare del campo di Chignolo d'Isola datata 24 gennaio 2011, della quale si parla in questi giorni e che mostrerebbe l'assenza del corpo di Yara Gambirasio in quel campo: "Che la procura giochi un po' a nascondino risulta fuori discussione".

Catania, blitz antidroga: ventisei arresti
C'è un intero quartiere, a Catania , che baserebbe la propria economia sul traffico di droga. Scoperto un "giro" di narcotraffico da 40 mila euro a settimana .

Oggi al processo d'appello è stata la volta della difesa che porterà prove a discolpa per ottenere l'assoluzione del proprio assistito, per l'omicidio della tredicenne scomparsa a Brembate di Sopra (Bergamo) il 26 novembre del 2010.

Dai passaggi del furgone davanti alla palestra - "non e' il suo" a dire dei legali - alle sfere metalliche e alle fibre trovate sul corpo di Yara "che nulla svelano su Bossetti", fino alle ricerche 'hot' online "successive alla morte della 13enne". Yara "era la preda perfetta per chi ha pulsioni insane", ha detto ancora. "Il punto è che sono state consumate le due tracce migliori ma ci sono comunque altre tracce". Mentre il sostituto Pg di Brescia, Marco Martani, ha chiesto di confermare la condanna all'ergastolo per Massimo Bossetti, in questi giorni l'attenzione si è concentrata su quelle che saranno le mosse della difesa dell'uomo.

Il Dna è la prova regina contro Bossetti ed è su quella che la difesa torna a chiedere una perizia per far luce su una "anomalia" che continua a dividere. Il legale, più che convinto della colpevolezza di Bossetti, ha chiesto che i giudici d'appello di Brescia confermino la condanna all'ergastolo. Gli avvcati del muratore di Mapello citano il caso O.J. Simpson come esempio di stato di diritto e ai giudici dicono: "Cercheremo di convincervi che i dati presenti nel fascicolo non consentono di condannare Massimo Bossetti e voi dovrete essere sicuri oltre ogni ragionevole dubbio che quest'uomo è colpevole".

Comments