Florenzi: "Sto bene, spero di rientrare presto. Curioso di Di Francesco"

Adjust Comment Print

Poi il numero 24 affronta l'argomento dell'infortunio, del brutto periodo trascorso e dell'importanza della famiglia al suo fianco:"È stato un periodo difficile, non lo nego".

Florenzi direttore sportivo che cosa farebbe? "Senza l'aiuto di mia moglie, mia figlia e dei miei familiari più stretti non sarei riuscito ad essere qui in queste condizioni", ha detto Alessandro a Roma Radio. Ho ereditato una squadra che ha fatto molto bene e segnato tantissimi gol, però concettualmente per me certi giocatori non devono girare per il campo, devono avere un'idea ben precisa ed è quella di poter far male agli avversari'. "Anche perché da qualche parte dovevo scaricarla la tensione, quindi parlavo con lei 24 ore su 24". I tifosi, nonostante le tante cessioni illustri, non hanno fatto mancare il sostegno alla squadra.

I NUOVI - Serata di presentazione anche per i nuovi Gonalons, che si è scusato per aver eliminato la Roma con il Lione in Europa League, e Karsdorp, con tutore al ginocchio dopo l'operazione della scorsa settimana: "Mi sento bene e non vedo l'ora di iniziare". Riaverlo al 100% sarà determinante per Di Francesco che dovrà poi scegliere in quale ruolo sfruttarlo al meglio. Il nuovo gioco mi incuriosisce molto, vedremo che cosa succederà. Se io fossi una società e mi arrivasse un giocatore in prestito secco di un'altra società non lo farei giocare.

Operazione Beta, coinvolti l'ex presidente dell'Ance ed un noto legale messinese
Per 10 degli indagati il giudice per le indagini preliminari ha disposto gli arresti domiciliari . Tra gli arrestati figura anche l'ex presidente dei costruttori di Messina , Carlo Borella .

"Che 11 anni fa vincevamo il Mondiale" (ride, ndr). E' un giocatore di personalità, ma non lo dico io ma la sua storia calcistica. La gente è venuta, perchè no dare loro quello che si aspettano?

"L'Italia si merita i 4 posti in Champions, il Milan è forte e ha un ottimo mister, saranno più competitivi. Dovremo farci trovare pronti e dovremo mettere tutte le nostre risorse in campo".

Ieri abbiamo già visto il suo spirito nello spingere i calciatori a puntare sempre la porta... Sono andato dentro e gli ho detto di stare tranquillo. Aveva voglia di andarci. Con più di mezza squadra ancora in vacanza, il neo tecnico romanista è decisamente il punto di riferimento dei tifosi (circa un migliaio) giunti sulle montagne della Val Rendena per seguire i primi allenamenti della Roma targata Monchi . "Credo di avere una data e una giornata in particolare, però bisogna sempre andare con i piedi di piombo". Poi lascia il microfono a Di Francesco: "Il mio obiettivo era allenare la Roma e ce l'ho fatta, adesso manca il secondo obiettivo cioè raggiungere dei risultati. L'ultima risposta è il campo".

Comments