Milano Ucciso col cacciavite al bar dopo lite. Morto 18enne Rivendicazione

Adjust Comment Print

Milano - Un ragazzo di 18 anni è stato ucciso nella tarda serata di ieri in un bar di piazza Tirana, a Milano.

Poco dopo il 52enne, da oltre vent'anni in Italia e con vari precedenti penali, è stato fermato dai carabinieri mentre tentava la fuga. Ad ucciderlo, colpendolo con un cacciavite al torace sarebbe stato un altro immigrato. Momenti di follia poco prima della mezzanotte di sabato in via Inganni, a Milano.

Il marocchino, che aveva bevuto molto, ha reagito con violenza, e con un cacciavite che aveva in tasca ha colpito il diciottenne al cuore.

Torre Annunziata, 8 morti. Recuperate tutte le salme
Non ci sarebbe stato nessun scoppio, ma solo un forte rumore dovuto al crollo della palazzina su se stessa. Il bilancio, al momento, è di tre morti (due estratti, una persona individuata) e cinque dispersi .

L'aggressore ha provato a scappare, ma è stato bloccato bloccato dagli amici della vittima, che lo hanno trattenuto fino all'arrivo dei carabinieri.

La discussione sarebbe nata da futili motivi, il cinquantaduenne è stato arrestato per omicidio ed è stato trasportato al carcere di San Vittore, dove ora affronterà il processo, ed è a completa disposizione dell'autorità giudiziaria. Il giovane, che aveva 18 anni, è morto all'ospedale San Paolo.

Comments