I vaccini obbligatori arrivano al Senato: conferme e modifiche

Adjust Comment Print

Salta anche il riferimento alla possibile perdita della patria potesta' per chi non vaccina i figli. Tutto quello che c'e da sapere.

È approdata al Senato le modifiche al decreto sui vaccini obbligatori apportate dal Governo.

"Il ministero dell'Economia e delle Finanze e la Commissione Bilancio del Senato hanno posto il problema della necessità di una quantificazione - ha aggiunto De Biasi - ma si potrebbe anche dire che ai sensi della Legge 81, che riguarda la sicurezza sul lavoro, il lavoratore è obbligato ad avere tutte quelle coperture di sicurezza che riguardano la propria occupazione". Sarà obbligatorio vaccinarsi per: polio, difterite, tetano, epatite B, pertosse, emofilo di tipo B, morbillo, parotite, rosolia e varicella. Stretta in arrivo, infine, sui prezzi: un emendamento al comma 6 dell'articolo 1 prevede che i vaccini indicati nel Calendario vaccinale nazionale siano sottoposti alla negoziazione obbligatoria dell'Aifa. Escluse dall'obbligo dunque le vaccinazioni anti-meningococco B e C, che rientrano però tra quelle consigliate dalle Asl, insieme all'anti-pneumococco e all'anti-rotavirus.

"Il grosso del lavoro sul decreto vaccini è stato fatto, quindi spero che prevalga la ragionevolezza e che si porti il provvedimento in Aula domani pomeriggio".

Rooney ha firmato 2 anni per l'Everton
L'accordo con l'Everton per il belga è stato forse facilitato dalla trattativa che ha riportato Rooney a Liverpool . Mi ha mostrato quell'ambizione di cui abbiamo bisogno. "Lui sa come si vincono i titoli".

Partiamo dal presupposto che nelle scuole con più di 500 alunni (ovvero dove vige il sistema della reggenza) sarà esonerato un docente che si occupi dell'invio dei documenti che attestano la vaccinazione degli alunni.

Tra gli emendamenti approvati nei giorni scorsi, uno prevede la possibilità, per i medici, di somministrare i vaccini in farmacia.

Infatti, con un'articolata interrogazione con risposta orale in Commissione, sottoscritta dai senatori del gruppo Articolo1 Mdp (prime firmatarie Dirindin e Lo Moro) - si legge in una nota - si chiedono al Presidente del Consiglio e al Ministro della Salute chiarimenti sulla delicata situazione venutasi a creare a seguito del consistente finanziamento effettuato dalla Merck Sharp & Dohme, una delle maggiori aziende farmaceutiche del mondo, leader nella lotta contro le malattie prevenibili con vaccinazione, a favore dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma per la chiamata diretta di un professore di prima fascia nel settore scientifico Igiene generale e applicata della Facoltà di Medicina e Chirurgia.

Tra le novità del testo suo vaccini obbligatori segnaliamo che è stato approvato un emendamento che prevede l'istituzione dell'Anagrafe Vaccinale Nazionale, che permette di monitorare se gli italiani fanno regolarmente i vaccini.

Comments