Inferno in Sicilia: roghi ovunque, case evacuate a Messina e Enna

Adjust Comment Print

Vigili del fuoco e protezione civile al lavoro per tutta la notte in diverse zone dell'Abruzzo dove sono scoppiati molti focolai di incendi che si sono propagati velocemente a causa del vento.

Sono accanto, per quello che può servire, a chi è stato duramente colpito ed esprimo gratitudine alle forze dell'ordine e volontari, che si stanno dedicando anima e corpo a salvare il salvabile, senza sosta e con dedizione. La Sicilia soltanto ieri ha Ci sarebbero, poi, pochi ispettori del Corpo Forestale distaccati sul territorio: su 1100, a Palermo metà di loro lavorerebbe dietro una scrivania. Ieri su Twitter anche Fiorello ha lanciato un appello chiedendo un aiuto mentre oggi il presidente della Regione Rosario Crocetta sarà a Messina per esprimere la sua solidarietà al sindaco Renato Accorinti.

"Siamo all'inferno... - racconta una cittadina messinese - ci sono roghi su quasi tutti i colli, anche vicino alla costa". Sul posto hanno operato le squadre dei Vigili del Fuoco e dell'Anas per la gestione della viabilità, che è stata provvisoriamente deviata su strade locali. Fiamme alte oltre quattro metri per le quali sono stati allertati i canadair.

Ad essere interessata dal propagarsi delle fiamme anche l'Università: sgomberata la cittadella universitaria dell'Annunziata, in pericolo l'area del maneggio dell'Ateneo e della facoltà di Veterinaria.

Vittorio Sgarbi, le lezioni del professore a Malena la pugliese
Quando c'è da essere chiari e raccontare i dettagli della relazione con una donna, Vittorio Sgarbi non si è mai tirato indietro. Il critico d'arte si è lasciato andare a una descrizione minuziosa dei particolari e della relazione intrattenuta con Malena .

Si segnala inoltro un ulteriore incendio tra Calascibetta ed Enna, che ha avuto conseguenze anche per la viabilità, essendo stata chiusa parzialmente la A19 per agevolare i mezzi antincendio.

Il fuoco sta divampando già in 14 punti diversi della città, ma la zona più critica è senza dubbio quella in contrada Catanese, dove si è dovuti procedere all'evacuazione di diverse abitazioni a rischio. Due persone sono rimaste ferite tra cui una donna incinta e trasportati in ospedale.

Raggiunto il traghetto la squadra operativa ha effettuato il raffreddamento del portellone della sala macchina, visto che l'incendio era stato contenuto con l'utilizzo dell'impianto CO2 di bordo.

Comments