Germania, oltre cinquecento bambini del coro di Ratisbona subirono violenze anche sessuali

Adjust Comment Print

Sarebbero finora 69 i colpevoli identificati. Durante la presentazione dei dati emersi, Weber ha riferito che le vittime hanno subito abusi da parte di preti ed insegnanti della scuola, descritta come "una prigione, un inferno ed un campo di concentramento".

Sempre nel 2010, quando scoppiò lo scandalo per la prima volta, Gerhard Ludwig Muller, l'allora vescovo di Ratisbona ed ex prefetto emerito della Congregazione per la Dottrina delle Fede, confermò gli abusi corporali nell'ambito del coro, scagionando tuttavia Georg Ratzinger poiché gli atti di pedofilia denunciati non coincidevano con il periodo in cui il fratello maggiore del Papa aveva ricoperto il proprio incarico di direttore. Le vittime prescelte dai predatori erano sopratutto bambini che frequentavano la terza o la quarta elementare (8-9 anni).

Sette anni fa le prime denunce aprirono a uno scenario di fatti aberranti nel cuore cattolico di Ratisbona. Il fratello di Benedetto XVI si era già difeso chiedendo scusa ai poveri bimbi offesi e violentati in tutti quegli anni lunghi nel coro di voci bianche di Ratisbona; "Se fossi stato a conoscenza dell'eccesso di violenza utilizzato, avrei fatto qualcosa (.) Mi scuso con le vittime".

Andrea Iannone e Belen Rodiguez in crisi? Lui risponde con questa FOTO
La Rodriguez si trova in una splendida villa affittata dal compagno Andrea Iannone che si trova in vacanza con lei. La crisi tra i due sarebbe finita, quindi, e questa foto ne è la conferma.

Per questo l'avvocato Weber oltre alle colpe oggettive degli abusatori, ma anche dell'istituzione scolastica e della Chiesa, ai vari livelli di responsabilità, che non avrebbero vigilato e saputo raccogliere le evidenze degli abusi, ha puntato il dito sugli stessi genitori dei piccoli coristi che non avrebbero dato attenzione e giusto peso ai racconti dei figli.

Il j'accuse di Weber, inoltre, insiste fortemente su una presunta "cultura del silenzio" di certa gerarchia ecclesiastica, coltre omertosa in seno alla quale si sarebbero celate le abominevoli aggressioni nei confronti di minori.

Secondo il legale, molte delle vittime intervistate per il rapporto hanno descritto gli anni trascorsi nel coro "come i peggiori della loro vita, caratterizzati da paura, violenza e mancanza di aiuto". Responsabili delle violenze, si disse all'epoca, erano due religiosi, entrambi morti nel 1984, e comunque già condannati a pene detentive.

Comments