Max Biaggi: "Addio alla moto, voglio un figlio con Bianca"

Adjust Comment Print

"Dopo l'incidente mi sono risvegliato in ospedale: - racconta Max Biaggi - avevo un dolore terribile diffuso in tutto il corpo".

Ma il due volte campione del mondo Superbike ce l'ha fatta a uscire dal tunnel in cui era entrato. Un concerto emozionante reso ancora più romantico e significativo dalla presenza di Max Biaggi, il pluricampione mondiale della classe 250, reduce da un bruttissimo incidente, che non è voluto mancare ad una delle tappe più prestigiose del tour della sua Bianca. Il professor Cardillo mi disse: "Biaggi sarò sincero: ha il 20% di possibilità di sopravvivere". Avevo un cappottino verde.

Douglas Costa si presenta alla Juventus:"Qui al momento giusto"
Quando ho saputo che mi cercava la Juventus , ho subito voluto cogliere questa opportunità e ho accettato subito. La mia posizione preferita? Ho giocato sulla destra, al Bayern a sinistra.

"Mi sono rivisto da piccolino, con mia madre Olga". Intervistato da 'Premium Sport' ha fatto il punto della situazione, analizzando quanto successo in pista e com'è stata vissuta da lui la situazione: "La prima cosa che voglio dire è grazie, ringrazio tutti i fan e le persone che umanamente mi sono stati vicini". Poi il primo calcio a un pallone. "Le devo molto - ha detto parlando della cantante-". Poi. poi ho voluto fermare questo "viaggio" perché sentivo che mi stavo allontanando dalla vita.

Da qui il suo risveglio al fianco della sua amata Bianca a cui regala sempre le parole più belle e sentite, ricordando delle quindici ore consecutive che ha trascorso senza mai abbandonarlo neanche per dormire un po'. "Anzi, magari due. La vita mi ha concesso una seconda possibilità e io devo fare tutto il possibile per gratificarla", ha spiegato. Il campione di motomondiale è stato ricoverato in terapia intensiva all'Ospedale San Camillo di Roma per diverse settimane, a causa di un forte trauma addominale, che nonostante non l'abia messo in pericolo di vita ha portato i medici a tenerlo a lungo in prognosi riservata.

Comments