Morto Pino Pelosi: fu condannato per l'omicidio di Pasolini

Adjust Comment Print

Per i giudici era stato Pelosi a massacrare Pasolini all'idroscalo di Ostia la notte del 2 novembre 1975. L'uomo, considerato uno dei personaggi chiave nella ricostruzione del delitto di Pier Paolo Pasolini, stando a quanto reso noto dall'edizione online de Il Fatto Quotidiano era ricoverato presso il Policlinico Gemelli dove la scorsa notte era entrato in coma per poi spegnersi nel pomeriggio di oggi. Una serie di prove ed indizi portarono gli inquirenti ad individuare proprio nel ragazzo il presunto assassino di Pier Paolo Pasolini, fino a giungere alla sua confessione: Pino Pelosi ammise di aver ucciso lui lo scrittore dopo le avances nei suoi confronti in seguito alle quali ebbe una reazione violenta, arrivando a picchiarlo a sangue, fino alla morte. Pelosi confessò di aver trovato l'Alfa nei pressi del cinema Argo, nel quartiere Tiburtino, e di averla semplicemente rubata. Interrogato il 5 novembre, Pelosi fornì una prima versione dei fatti: sarebbe salito in macchina con il regista nei pressi della stazione Termini e di essersi diretto con lui a Ostia per un incontro di natura intima. Giuseppe fu l'unico imputato dell'omicidio e, nel 1977, venne condannato a 9 anni e 7 mesi di reclusione.

Da Spazio 1999 a Mission Impossible, è morto il grande Martin Landau
Per questo ruolo Martin Landau vinse il suo primo e unico premio Oscar come miglior attore non protagonista . L'anno successivo recita in 'Crimini e misfatti' (1989), insieme a Woody Allen .

Durante le indagini, infatti, emerse che il giovane Pelosi, sebbene avesse confessato l'omicidio addossandosi tutta la colpa, non avrebbe agito da solo. Nel 1979 anche la Cassazione aveva mantenuto l'imputazione. Il delitto Pasolini si chiudeva quindi come una lite fra omosessuali finita male sebbene, come emerso nel corso degli anni, questa sarebbe stata solo la punta dell'iceberg. Nell'83 ottenne la libertà condizionata. Pelosi continuerà a commettere reati, per lo più rapine, fino al 2000.

Comments