Ancora Italia, Daniele Garozzo bronzo nel fioretto maschile

Adjust Comment Print

Primo oro per l'Italia ai Mondiali di scherma in corso a Lipsia. Il migliore degli azzurri è Daniele Garozzo che supera prima 15-8 Suzumura, poi domina Ha, sconfitto 15-6, ma è costretto ad arrendersi contro Saito in semifinale per 15-12, tornando a casa con la medaglia di bronzo. Male la spada femminile. Campione olimpico ed europeo in carica, Garozzo purtroppo non è riuscito a salire sul gradino più alto del podio ma, per lui, si tratta di una conferma ai più alti livelli nella sua specialità. L'azzurro si era garantito un posto sul podio finale grazie al successo esaltante ed emozionante contro lo statunitense Race Imboden nell'assalto dei quarti di finale. Al rientro dall'infortunio che l'ha costretto a saltare anche gli Europei disputati il mese scorso, Andrea Cassarà si rende autore di due buoni match prima di soccombere sotto le armi amiche del compagno di nazionale.

Dopo aver debellato un tumore benigno al cervello all'età di 13 anni, lo spadista etneo ha strabiliato ancora una volta tutti, sorprendendo e caricandosi di quella verve che i siciliani riescono a tirar fuori nei momenti di bisogno.

Milan, presentata la terza maglia creata dai tifosi
Parola anche a Mirabelli , che si è limitato a un breve commento: "Farò nostra questa frase 'nulla è impossibile'". Ricordiamo che per Kessie il numero 19 ha un significato del tutto particolare.

Grande delusione dalla spada femminile. Il ventenne asiatico ha fatto valere la sua maggiore spregiudicatezza in una gara che si è decisa nel finale. Inutili, a quel punto, le vittorie per 15-2 contro l'atleta di Singapore Victoria Lim e contro la connazionale Alberta Santuccio con lo stesso punteggio.

Ai 16esimi era stata eliminata anche Mara Navarria, sconfitta dalla francese Lauren Rembi per 7-6 nel minuto supplementare.

Comments