"Solo una bravata": ecco come si giustificano quattro piromani arrestati

Adjust Comment Print

I carabinieri della stazione di Montalto di Castro, giunti sul posto, hanno colto in flagranza un gruppo di giovani, un 21enne e tre 16enni, mentre tentavano di dare alle fiamme un terzo rogo, dopo averne appiccati altri due a poca distanza.

Quattro ragazzi sono stati sorpresi dai carabinieri mentre davano fuoco a un bosco di pini e cerri lungo la strada provinciale litoranea a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo.

Il ragazzo maggiorenne è stato arrestato mentre i tre 16enni sono stati sottoposti alla Procura di Roma, tutti per il reato di incendio doloso. Le indagini da parte dei Carabinieri continuano per accertare l'eventuale presenza in zona dei quattro amici, in concomitanza degli incendi che si sono verificati nei giorni scorsi.

Governo, si dimette il sottosegretario barese Massimo Cassano
Parteciperanno i dirigenti e i nuovi colleghi di partito che fanno parte di tutti i livelli istituzionali regionali e nazionali. Nelle settimane scorse si erano accavallate le indiscrezioni su un possibile addio al governo da parte del senatore centrista.

Il piromane di Messina invece era in azione sulla strada di Asi, una zona collinare. E, tutto sommato, è il caso di dire che è andata persino bene: fortunatamente i passanti, avvistando il fumo, hanno allertato subito vigili del fuoco e protezione civile, altrimenti il bilancio sarebbe stato molto più pesante dei "soli" 250 metri quadri di macchia mediterranea divorati dalle fiamme. Domani avrà luogo il processo.

Brucia ormai da quasi 24 ore la riserva naturale dello Zingaro, in provincia di Trapani, in Sicilia, dopo l'incendio scoppiato attorno alle 14 di ieri. La riserva, che si estende dal mare verso la collina, aveva già subito un incendio devastante nel 2012.

Comments