Anche la Camera approva: il decreto vaccini è legge

Adjust Comment Print

Cappelletti del M5S, il quale ha accusato la maggioranza di consentire appropriazione di soldi dei cittadini da parte delle banche; al termine del suo intervento, dai banchi pentastellati sono state lanciate nell'emiciclo centinaia di banconote finte da 500€ ed il gesto è stato accompagnato da grida ed accuse rivolte soprattutto al PD. //Matteo renzi: "Passa la legge sui vaccini, continua la battaglia di civiltà". Lo scorso 20 luglio il decreto era stato approvato anche lì, per passare poi alla Camera.

Per i genitori però che iscrivono i figli senza la copertura vaccinale obbligatoria scattano le sanzioni: che (dopo la riduzione passata in Senato rispetto all'originaria multa fino a 7.500 euro) vanno da 100 a 500 euro, in base al numero di vaccini non effettuati.

TGCOMDl vaccini, la Camera conferma la fiducia al governo: oggi il voto finaleTGCOMInfuria la polemica politica. La decisione di porre la fiducia sul decreto è stata criticata anche dalla Lega Nord. Molte le novità contenute nel provvedimento che ha imbarcato alcuni correttivi durante l'iter parlamentare in primis per quanto riguarda la frequenza scolastica e le sanzioni per i genitori che non si mettono in regola. "Questo decreto ha spaccato il Paese e il governo, pur consapevole del fatto che il provvedimento era migliorabile, ha bloccato la discussione alla Camera in nome di equilibri politici da preservare". Quelli obbligatori sono dieci: anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse e anti-Haemophilus influenzae tipo b.

Meno vaccini obbligatori e sanzioni più basse. Inoltre quattro vaccinazioni diventeranno "fortemente consigliate dalle Asl": antimeningococco C e B, (non più obbligatorie come previsto dal decreto Lorenzin) e quelle contro il rotavirus e lo pneumococco.

Smascherato il controllore accoltellato a Lodi: "Si era inventato tutto"
Feltri si è autoinferto la ferita alla mano con un coltello preso dalla sua cucina di casa. Adesso il controllore dovrà rispondere delle accuse di calunnia e simulazione di reato .

La legge comunque prevede l'esonero del vaccino per coloro che ne sono immunizzati, ossia per tutti coloro che hanno già contratto il virus.

È stata cancellata invece la disposizione che prevedeva, addirittura, la perdita della responsabilità genitoriale.

La mancata presentazione della documentazione è segnalata, entro i successivi dieci giorni, all'Asl locale. Infine, in caso di omissione, differimento e immunizzazione da malattia è obbligatorio presentare la documentazione relativa. Dall'anno 2019-20 è invece prevista un'ulteriore semplificazione e gli istituti dialogheranno direttamente con le asl per verificare lo stato vaccinale degli studenti. I minori stranieri non accompagnati sono tanti: giusto preoccuparsi anche della loro salute, visto che sicuramente non arrivano già vaccinati e potrebbero essere ancor più soggetti alle infezioni con i nostri germi.

E' riconosciuta agli operatori scolastici, operatori socio sanitari e operatori sanitari la possibilità di presentare una autocertificazione attestante la copertura vaccinale.

Comments