Siccità a Roma, Zingaretti: "Proroga prelievi da Bracciano per evitare razionamento dell'acqua"

Adjust Comment Print

Al via il nuovo vertice con la Regione Lazio e Acea.

Mentre l'emergenza continua e le polemiche politiche si susseguono, la crisi dell'acqua a Roma ha conquistato la prima pagina del New York Times. Tradotto: comincerà il razionamento dell'acqua, in pratica partiranno i turni in molti quartieri della Capitale. Lui, che sull'emergenza idrica ha pesanti responsabilità, ha bisogno di mandare avanti il governo per coprire un'ordinanza indegna che rischiava di assetare i cittadini della Capitale.

Tuttavia Acea - operatore nazionale nel settore idrico che fornisce servizi nelle regioni Lazio, Toscana, Umbria e Campania - aveva criticato la soluzione della regione di stoppare il prelievo dell'acqua dal lago di Bracciano, definendola abnorme, illegittima e inutile. In proposito sono in corso i tempestivi adempimenti istruttori, previsti dalla legge, da parte del Dipartimento della Protezione civile, in esito ai quali, nei prossimi giorni, potranno essere compiute le conseguenti valutazioni del Governo.

Prosegue l'emergenza acqua a Roma.

Caserta, le mani sugli appalti dell'ospedale: 8 arresti tra funzionari e imprenditori
I provvedimenti sono stati disposti dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della procura. Alcuni si prestavano in cambio di favori come l'accesso della figlia alla scuola di oculistica.

La Regione Calabria ha chiesto lo stato di calamità Intantola Giunta regionale della Calabria ha chiesto al Governo il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la siccità. Il progetto è contenuto nel piano strategico 2018-2022 dell'azienda. "Ora però Acea e Comune debbono fare quello che gli spetta, e cioè gli interventi di manutenzione sulle reti e realizzare le nuove infrastrutture", ha spiegato il ministro Galletti. Fermare la fornitura di acqua è un danno enorme per i cittadini, per le attività economiche e commerciali. Ma sono preoccupata soprattutto per la fornitura di acqua ad ospedali, case di cura, strutture sanitarie e, non ultimo, per l'approvvigionamento ai Vigili del Fuoco che in un periodo come questo risulta di fondamentale importanza. "Si deve intervenire ora", conclude la sindaca.

Evitato il razionamento dell'acqua a Roma.

"Mi è stato comunicato dal presidente (del Lazio Nicola) Zigaretti. un provvedimento correttivo che dovrebbe scongiurare la necessità di turnazione dell'acqua", ha detto Lanzalone. Che, tra le ipotesi emerse in queste ore, potrebbero essere lo slittamento al mese di agosto (quando i romani lasceranno la città per le vacanze) del provvedimento di stop ai prelievi o l'aumento della captazione da altre sorgenti da parte di Acea.

Comments