Bomba di Capodanno e molotov contro i carabinieri: 8 arresti

Adjust Comment Print

A Capodanno, nell'esplosione rimase ferito in modo grave un artificiere della polizia, che ha perso un occhio e una mano.

Oltre agli arresti effettuati a Firenze, a Roma e a Lecce, è stata anche sequestrata la sede fiorentina de "La Riottosa", situata in località Galluzzo; si tratta di un immobile occupato dagli anarchici sin dal 2007, all'interno del quale gli indagati svolgevano attività e riunioni oggetto dell'indagine. Alcune persone sono salite sul tetto dell'edificio per tentare di sfuggire all'arresto.

Uno degli anarchici fermati è stato identificato grazie al Dna lasciato sull'ordigno. Secondo quanto riportato in seguito, l'ordigno rudimentale costruito e incastrato nelle reti metalliche della libreria, avrebbe avuto un potenziale ridotto ma comunque in grado di uccidere una persona.

Ddl Concorrenza-Via libera al Senato: è legge
Farmacia: Le società di capitali potranno essere titolari di farmacie ma dovranno rispettare un tetto del 20% su base regionale. Arriva, inoltre, la possibilità di rateizzare le maxi-bollette causate da ritardi o disguidi dovuti al fornitore del servizio.

L'attentato avvenne a Firenze la mattina del primo gennaio 2017.

Altri tre anarchici sono stati arrestati per l'attentato del 21 aprile scorso, quando una molotov fu lanciata contro una caserma dei carabinieri a Rovezzano. Le indagini di polizia e carabinieri sono state condotte con intercettazioni, pedinamenti, e con l'esame tecnico e biologico delle tracce trovate sul materiale repertato. L'accusa è di tentato omicidio. I presunti responsabili del lancio della molotov contro la caserma dei carabinieri dovranno rispondere invece di porto in luogo pubblico di ordigni esplosivi e danneggiamento aggravato.(ANSA). Si tratta di Pierloreto Fallanca, trentenne di Teramo, individuato in un edificio abbandonato di Roca (una delle marine di Melendugno), che da qualche giorno è stato trasformato nello spazio occupato "La caura". Con loro anche altri giovani che erano dentro la casa occupata e che sta per essere sgomberata. Per il momento sembra che non ci sia in programma un intervento di forza e che si attenda che gli anarchici scendano volontariamente dal tetto.

Comments