"Sara Errani positiva al doping". Attesa la conferma Federtennis

Adjust Comment Print

Secondo quanto anticipato dal Corriere della Sera, la federazione internazionale (Itf) di tennis ha accertato un caso di non negatività che riguarda la tennista romagnola in un controllo effettuato all'inizio dell'anno. Sara Errani potrà quindi tornare in campo dal prossimo 4 ottobre. Dal primo giorno, che sono diventata professionista, non ho mai chiesto una deroga, neppure quando ne avrei avuto bisogno perché malata. Questa volta per Sara Errani si tratta di una partita più importante di sempre, dove in palio c'è la propria reputazione, i sacrifici di una vita, l'intera vita professionale e personale. In esso era stato trovato del letrozolo, un inibitore dell'aromatasi inquadrabile nella classe S4 (stimolatori ormonali e metabolici) della lista 2017 delle sostanze proibite della Wada. Questo medicinale è molto pericoloso per la salute. Oltre a sgradevoli effetti collaterali, tra cui il rischio di tumore alle ovaie, provoca - prosegue la Errani - una sorta di menopausa clinica se assunto ripetutamente. "Assieme ai miei familiari abbiamo pensato e ripensato, cercando di capire come possa essere successa questo tipo di contaminazione, dato che io sono sicura al 100% di non avere assunto una pastiglia per errore". L'unica ipotesi percorribile è stata quella di un'accidentale contaminazione del cibo consumato all'interno della nostra casa. Sono le parole dell'azzurra Sara Errani che su Twitter spiega il suo stato d'animo dopo la sospensione. "I risultati di questi esperimenti non sono stati ammessi come prove a mio favore per via di un cavillo legale".

Il 18 aprile di quest'anno alla Errani è stata comunicata la violazione dell'articolo 2.1 del Programma Anti-Doping (presenza di sostanze proibite nel campione di un atleta).

Usa pronti a guerra preventiva contro Pyongyang
Decisivo per l'ok alle sanzioni è stato l'accordo con la Cina , principale alleato e partner commerciale di Kim-Jong-un . Naturalmente dobbiamo fornire tutte le opzioni per rispondere.

In settimana, sottolinea la Gazzetta dello Sport - sarà la stessa Sara Errani a parlare di questa vicenda legata alla sua positività al controllo antidoping, che porterà presumibilmente a una squalifica di circa due mesi.

"Mi sento estremamente frustrata - conclude - ma posso solamente cercare di essere forte ed aspettare che questo periodo arrivi a conclusione".

Comments