Vacchi, Banco-Bpm gli pignora ville e yacht per 10 milioni

Adjust Comment Print

Ecco che quindi è arrivato il pignoramento da parte di Banco Bpm. Alla banca sono andati yacht, ville, azioni e quote del golf club Casalunga di Castenaso. Dopo aver restituito un paio di rate, il nostro avrebbe smesso di pagare, finendo nel capiente calderone dei crediti deteriorati. Il Banco Bpm avrebbe ottenuto il sequestro di diversi beni del re di Instagram. Da Gianluca Vacchi per ora nessun commento.

Lusso, belle donne e i balletti che l'hanno reso famoso su Instagram, ma per la vita di Gianluca Vacchi le cose non vanno molto bene.

Un colpo certo non tenero per il nostro Gianluca che, non stentiamo a credere, si rialzerà comunque in brevissimo tempo, calcolando l'abilità di certi personaggi di riprendersi con una certa facilità.

Sampdoria, Schick tra Inter e Monaco: da domani riparte la trattativa
Sul taccuino di Walter Sabatini , c'è ancora Angel Di Maria, chiuso dall'arrivo di Neymar e pronto a lasciare Parigi . La Sampdoria , da parte sua, continua a sperare di poterlo tenere un'altra stagione, ma resta ipotesi remota.

A poco, in realtà a nulla, sono serviti i 12 milioni di followers che Vacchi vanta sui suoi profili social. Ci sono poche certezze nei conti economici dello scatenato ballerino. Il debito era inizialmente di 30 milioni di euro. Ma che non siano contenti della piega che hanno preso i rapporti con l'effervescente cinquantenne, lo dimostra quella lettera piccata, scritta a ottobre dell'anno scorso.

Il controllo della Ima però è nelle mani del presidente e amministratore delegato Alberto Vacchi, il cugino di Gianluca. Ma non ha deleghe e non si occupa direttamente della gestione aziendale. Il patrimonio di Mister Enjoy deriva dalla famiglia, che ha una partecipazione azionaria nell'Ima, azienda multinazionale di macchine per il pagakaging. Insomma, l'ammontare dei debiti potrebbe arrivare a 60 milioni di euro.

Come si fidenderà questa volta Vacchi? Cosa accadrà ora? Quando una banca si muove, difficile che le altre stiano ferme.

Comments