Mattia Dall'Aglio morto per un malore dovuto a problemi cardiaci

Adjust Comment Print

Presso la medicina legale del Policlinico di Modena è iniziata l'autopsia del 24enne nuotatore reggiano Mattia Dall'Aglio, morto domenica a Modena mentre si allenava.

Dall'Aglio ha perso la vita mentre si allenava da solo in una stanza adibita a palestra a Modena, a ridosso della piscina dei vigili del fuoco.

Sinead O'Connor: "Sono sola e malata"
La speranza di vero cuore è che la coraggiosa presa di posizione della cantante possa sensibilizzare le persone. Nell'ultimo video , Sinead O'Connor descrive la sua malattia mentale come "una droga".

Per il decesso dello sportivo sono indagati, con l'ipotesi di reato di omicidio colposo, il presidente dell'associazione 'Amici del nuoto', che si occupa della struttura, e un tecnico, allenatore, dell'associazione stessa. Il cuore del giovane sarà inviato in un centro specializzato a Padova per chiarire meglio la dinamica del decesso. Come spiegato nei giorni scorsi dal procuratore capo di Modena Lucia Musti, l'iscrizione, con il fascicolo in mano al pm Katia Marino, non si è resa necessaria soltanto per permettere l'autopsia, ma anche per chiarire se quella stanza con gli strumenti per allenarsi sia in regola con le norme previste. La stanza adibita a palestra è stata intanto posta sotto sequestro, per procedere con ulteriori accertamenti da parte degli inquirenti. La presenza di una figura qualificata era forse dovuta e avrebbe potuto evitare il peggio? È quanto rivelano i primi risultati dell'autopsia che si è svolta oggi a Modena. Oltre al perito nominato dalla procura, agli esami hanno preso parte il consulente nominato dai due indagati e quello dei parenti del nuotatore.

Comments