Trump: "A Charlottesville la colpa è di entrambi le parti"

Adjust Comment Print

Ma Donald Trump pare non si sia pronunciato tempestivamente, come fece per altri attacchi terroristici, e soprattutto non si è pronunciato con abbastanza fermezza. Divisi su tutto, o quasi: le posizioni ambigue di The Donald sul suprematismo bianco sono state il pretesto, la classica goccia di troppo in un vaso colmo di contrapposizioni, che vanno dalla strategia fiscale a quella commerciale, dal rapporto con la Cina fino alla gestione di alcuni dossier, non ultimo quello che riguarda Fiat Chrysler.

Trump ha anche detto che l'attacco di Charlottesville è stato "orribile": il Dipartimento di Giustizia ha aperto un'indagine e "sarà fatta giustizia".

Critiche anche da Israele, a cominciare da Yair Lapid, leader del partito centrista 'Yesh Atid': "Non ci sono due parti (responsabili)". La polizia ha poi arrestato altre tre persone: Troy Dunigan, 21enne di Chattanooga (Tennessee), accusato di turbativa della quiete pubblica, Jacob L. Smith, 21enne di Louisa (Virginia), per violenza e percosse, e James M. O'Brien, 44enne di Gainesville (Florida) per avere con sé una pistola nascosta. "Noi metteremo a disposizione tutte le risorse possibili - ha concluso - per evitare che si diffonda nuovamente la violenza negli Stati Uniti".

Supercoppa italiana, come vedere Juventus-Lazio in tv o in streaming
La Lazio continua ad affidarsi al 3-5-1-1 , ma, a causa dell'assenza di Felipe Anderson, con Keita a fare coppia con Immobile . Lo score con la Lazio è estremamente positivo: dieci successi nelle ultime dieci sfide, con un solo gol subito .

Per il senatore della Florida Marco Rubio le ultime affermazioni del tycoon sono una vittoria per i gruppi suprematisti. "I gruppi suprematisti bianchi vedranno il fatto di avere solo la metà della colpa come una vittoria - ha aggiunto - e non possiamo permettere che questo vecchio male resusciti". Lo speaker repubblicano della Camera Paul Ryan ha sottolineato che la supremazia bianca è un concetto ripugnate, contrario ai valori nazionali.

Il KKK, i neo-nazisti e i suprematisti bianchi sono ripugnanti. "L'odio e le divisioni devono finire, e finire ora".

Dopo gli incidenti di Charlottesville Trump interviene condannando ogni forma di violenza, ma la sua censura non basta alla Clinton ed agli antirazzisti che lo attaccano a testa bassa perché secondo lorsignori non avrebbe chiamato il diavolo con il suo nome, ovvero non avrebbe nominato il presunto terrorismo dei suprematisti bianchi. Con un tweet: "Invece di fare pressione sulle persone del Manufacturing Council e Strategy & Policy Forum, li sciolgo entrambi".

Comments