Milan, Niang dubbioso sullo Spartak Mosca

Adjust Comment Print

Il Milan ha bisogno di vendere e il nome più importare sulla lista delle cessioni è M'baye Niang.

Lunedi sbarcherà a Milano per sostenere le visite mediche di rito e apporre la firma al contratto che lo legherà al club rossonero. Un affare che si è complicato nelle ultime ore anche per i capricci del giocatore francese che vorrebbe rimanere in Italia. L'operazione, al momento, si è complicata notevolmente, con il calciatore che sarebbe tornato sui suoi passi rifiutando la destinazione russa. Da poco infatti l'attaccante ha ripreso come procuratore Mino Raiola, che lo aveva già assistito in passato fino al 2013, e molti hanno pensato che dietro questa manifestazione di volontà di Niang ci sia invece quella di Raiola, ancora scottato dopo la vicenda Donnarumma che lo ha visto in grande contrasto col duo Fassone-Mirabelli.

Per dovere di cronaca, bisogna registrare anche un sondaggio del Torino, che sarebbe disposto ad offrire circa 12 milioni di euro, cifra però ritenuta incongrua da Fassone e Mirabelli che si priveranno di Niang solamente a fronte di un'offerta simile a quella dello Spartak Mosca. Il club russo mette sul piatto 18 milioni di euro e ha già trovato l'accordo per l'ingaggio di Niiang, che guadagnerebbe 3 milioni a stagione per quattro anni.

Bimbo si chiude in auto madre, morto
I genitori, lei italiana e lui straniero, sono molto conosciuti in paese, dove abitano da anni. A nulla sono valsi i disperati tentativi dei medici di salvargli la vita.

Se Niang dovesse rifiutare (così come sembra intenzionato a fare) lo Spartak Mosca, per lui resterebbe l'opzione Torino.

Nella serata di ieri si era iniziato a sospettare che Niang non fosse convinto di lasciare il Milan, oggi è arrivata la conferma.

Comments