Rita Pavone e il tweet che ha scatenato la polemica social

Adjust Comment Print

Tutto nasce da una pagina Facebook spagnola che assomiglia parecchio a molte pagine e siti italiani che diffondono notizie false o similvere: Espana libre information, di vaga ispirazione ultranazionalista, con evidenti somiglianze con una serie di siti italiani. La cantante, infatti, ha ritwittato un post-bufala sulla strage di Barcellona in cui l'autore, postando un'immagine della Rambla piena di venditori ambulanti, si chiede "Questa è la foto di un giorno qualsiasi sulla Rambla". I "vuò cumprà (testuale, ndr) che riempiono i loro teli di merci sul suolo delle Ramblas? Sciopero o sapevano?". Insomma, la cantante sospetta che gli ambulanti - non è chiaro in base a cosa - potessero aver saputo dell'imminente attentato di matrice islamica. La Pavone non l'ha presa bene, ha iniziato a bloccare i follower e ad attaccarli.

Il commento ha scatenato l'ira degli utenti che si sono accaniti contro la cantante, la quale, per difendersi dalle accuse, ha asserito di essersi limitata a tradurre la notizia dal sito spagnolo e ha assicurato di essere una conoscitrice di Barcellona e della Catalunya. E a chi le ha fatto notare che la notizia era stata smentita, tra le molte fonti media, anche da El Diario (gli ambulanti erano spariti per l'aumento dei controlli della polizia negli ultimi mesi) ha osservato "Se un quotidiano riporta una notizia smentendola, vuol dire che quella notizia è stata riportata su molti altri quotidiani".

Offerte Wind: ecco Smart 5 e 7 Gold!
In alcuni casi ci sono anche le sim al costo di 5 euro con 1 euro di traffico incluso. Per i nuovi clienti TIM le prime 4 settimane sono gratuite.

E infine la cantate ha chiuso l'ennesima polemica social con il seguente messaggio e l'annuncio di varie denunce alla polizia postale: "Appurato!"

Comments