RIMINI/ Il branco stupra una turista in spiaggia e un trans

Adjust Comment Print

Le autorità sono sulle tracce degli aggressori, in quattro e forse stranieri, che hanno stuprato la donna e picchiato e derubato il marito.

L'hanno violentata in quattro, a turno, davanti al marito che hanno picchiato e rapinato prima di darsi alla fuga.

La violenza in spiaggia - Le due vittime, di 26 anni, erano in vacanza a Rimini con un gruppo di connazionali dalla Polonia, alloggiati in un hotel di via Padova, ed era l'ultima sera di vacanza. I due sono una coppia di turisti quasi sicuramente polacchi o comunque provenienti dall'est Europa, in vacanza sul litorale romagnolo. La violenza si è consumata sulla spiaggia del bagno 130 "Chiara" a Miramare di Rimini. Ora la polizia sta conducendo una caccia all'uomo senza pausa per trovare gli autori dell'aggressione. Solo all'alba, quando tutto è finito, sono riusciti a dare l'allarme: è intervenuta sul posto la polizia, mentre la coppia è stata portata all'ospedale. Sequestrati gli indumenti della ragazza, tra cui i pantaloncini corti che indossava al momento dello stupro. La ragazza è stata picchiata e violentata. Per lei è stato immediatamente attivato il protocollo sanitario previsto in caso di violenza sessuale e l'assistenza psicologica. "La rabbia che sento oggi però - conclude il Questore - è quella propria di un padre con figli coetanei delle vittime".

L'idea del ministro Fedeli: obbligo scolastico fino a 18 anni
Vuol dire più cultura, più conoscenze, più qualità nella relazione umana e civile, più capacità e adattabilità nel nuovo mondo del lavoro.

Il questore di Rimini, Maurizio Improta, ha definito questo stupro di gruppo e rapina in spiaggia "una disumana violenza nei confronti dei due giovani che avevano cercato un momento di intimità sulla spiaggia l'ha trasformato in un incubo".

Una coppia è stata brutalmente aggredita a Rimini, in zona Miramare.

L'amministrazione riminese rivolge poi "un appello anche ai cittadini affinché collaborino con le forze dell'ordine segnalando ogni elemento che possa essere utile all'indagine". Il gestore dello stabilimento si è detto "estremamente dispiaciuto" per il brutto episodio.

Comments