'Ndrangheta: preso in Uruguay boss Morabito

Adjust Comment Print

La cattura e' avvenuta domenica in un hotel di Montevideo, dove Morabito che aveva cambiato il suo nome in Fancisco Capeleto, era insieme ad una donna angolana con passaporto portoghese che risulta essere la moglie. Un nomignolo curioso di cui non si conosce la reale motivazione, forse riconducibile ad uno dei suoi mezzi di trasporto preferiti: il Dkw Munga, un fuoristrada militare di fabbricazione tedesca risalente agli anni '60 e considerato indistruttibile, mezzo con cui pare che Rocco Morabito scorrazzasse da giovane per le strade della provincia di Reggio Calabria.

Tamunga non si sa esattamente da quanto tempo si trovasse in Uruguay; di sicuro dal 2002, quando ha messo radici a Punta del Este, una delle più note località turistiche dell'America Latina, un posto dove i soldi girano alla grande. Da lì, grazie alla cooperazione tra la Polizia uruguayana e il Dipartimento della Pubblica Sicurezza italiano con il coordinamento della Procura di Reggio Calabria, si era riusciti ad accertare la vera identità del latitante. Subito dopo è stata compiuta anche una perquisizione nella casa in cui risulta vivesse il boss calabrese: una lussuosa villa con piscina nella quale sono state sequestrate dodici carte di credito, assegni e denaro in contanti, oltre a 13 telefonini, armi e a una Mercedes. Nel 1995 le ricerche sono state estese in ambito internazionale e il nome è diventato rosso nella lista dell'Interpol. L'uomo è accusato di associazione di tipo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e ad altri gravi reati. Tra il 1988 ed il 1994, fu il re incontrastato del traffico di droga che veniva smerciata sulla piazza di Milano.

Tegola Italia: infortunio per Chiellini, salta Spagna e Israele
Al suo posto nel 3-4-1-2 provato fino a mercoledì sera Ventura potrebbe scegliere Rugani con Bonucci e Barzagli . Così Gian Piero Ventura alla vigilia di Spagna-Italia . "Ha cambiato che abbiamo perso un giocatore importante".

"Venerdì abbiamo scoperto che si trovava in albergo e lo abbiamo arrestato, nella sua stanza abbiamo trovato una pistola, una quantità significativa di denaro, 13 telefoni cellulari, e vari documenti" ha aggiunto precisando che Morabito è ricercato in Uruguay per uso di documenti falsi e che una volta scontata la pena per questo reato sarà estradato in Italia. Insieme a Santo Vottari e Giuseppe Giorgi era inserito nell'elenco dei latitanti piu' pericolosi d'Italia. Nel 1992 aveva tentato di importare 592 chili di cocaina dal Brasile e altri 630 chili nel 1993. "Siamo molto soddisfatti di aver inferto un colpo cosi' importante alla 'ndrangheta e di aver assicurato alla giustizia uno dei 5 latitanti piu' pericolosi in circolazione, ancora complimenti al capo della polizia Franco Gabrielli e al comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette", conclude.

Comments