Standing ovation del Pd per Crocetta Sì all'unanimità per Fabrizio Micari

Adjust Comment Print

L'annuncio arriva dopo l'incontro con il segretario del Pd, Matteo Renzi, che si è concluso pochi minuti fa a Roma, al Nazareno. Crocetta potrebbe essere prossimo a rinunciare alle primarie e alla sua corsa a Palazzo d'Orleans, chiudendo così l'accordo per una candidatura unitaria in Sicilia.

Il governatore Rosario Crocetta, conferma la sua intenzione di fare un passo indietro e di ritirare la candidatura. "Mi sono preso 18 ore di tempo", aggiunge Crocetta. All'unanimità la direzione regionale del Pd ha approvato un ordine del giorno, proposto dal segretario regionale Fausto Raciti, col quale si delibera il sostegno dei dem alla candidatura di Fabrizio Micari a presidente della Regione siciliana. "Ma all'Ars hanno bocciato la mia norma che comminava sanzioni ai sindaci che non fanno differenziata e poi la riforma delle Province mi l'hanno distrutta in aula".

Usa, lettera di Obama a Trump: consigli e auguri al successore
In Giappone, primo Paese a confermare il test, il premier Shinzo Abe ha definito la mossa "assolutamente inaccettabile". Lo ha detto il segretario alla Difesa, James Mattis .

"La candidatura di Claudio Fava aveva un profilo più alto, e quindi può ottenere un consenso più largo di quella di Navarra" - spiega Erasmo Palazzotto, vicepresidente Commissione Esteri della Camera, contattato al telefono da Fanpage.it. La scelta di Fava è stata quindi ritenuta più forte di quella dell'editore Ottavio Navarra, che comunque sosterrà la candidatura vicepresidente dell'Antimafia. "Credo che la coalizione di centro sinistra si rafforzi ed è solida". "Mi sono rotto le scatole di essere considerato il figlio illegittimo e persino abusivo, a volermi nel Pd fu Veltroni". La Sicilia ha perso cinque anni importanti. In politica è sempre tutto possibile. "Si parta con la campagna elettorale e basta con questi sondaggi farlocchi". Dunque, che ne sara' del Magafono, la lista civica divenuta in Sicilia una sorta di corazzata politica? Non si tratta di un normale test locale. "Ci farà capire la tenuta del Movimento 5 Stelle ammaccato dall'esperienza romana; sarà una verifica della ricomposizione avviata da Berlusconi nel centrodestra, con il tentativo di conciliare in funzione anti-Grillo posizioni di ultra destra con sensibilità moderate". Lui nella vittoria ci crede.

Comments