Il Napoli si scatena nel finale, travolto il Bologna

Adjust Comment Print

Alle 20.45 si chiude la 3ª giornata di Serie A: al Dall'Ara i felsinei ospitano il Napoli di Sarri, che punta al punteggio pieno.

28′-Palacio tenta di entrare dentro l'area partenopea ma viene fermato.

FINE PRIMO TEMPO: Il Bologna difende bene il pareggio grazie ad un gioco asfissiante e falloso. Callejon per adesso non teme la concorrenza di Ounas che probabilmente dovrà aspettare ancora per avere il suo momento, a sinistra c'è Lorenzo Insigne che avrà nelle gambe la stanchezza per due partite della nazionale nelle quali ha corso tanto ma raramente è stato incisivo per le sorti degli azzurri. Anche il capitano Marek Hamsik potrebbe rifiatare stasera e restare fuori dagli undici titolari, così come Jorginho che ha ripreso dal fastidio al piede ma non sarà rischiato.

Le certezze del Napoli, che mercoledì affronterà la prima gara della fase a gironi di Champions League contro lo Shaktar Donetsk in Ucraina, sono tutte legate ad un 4-3-3 che ormai funziona a meraviglia e che non sembra nascondere alcun punto debole.

Aliscafo contro gli scogli a Lipari, 7 i feriti
Visitati e dimessi subito dopo gli accertamenti gli 11 passeggeri che per sicurezza erano stati inviati al pronto soccorso. A bordo vi erano 41 persone, tra questi diversi bambini, oltre ai componenti dell'equipaggio.

Donadoni invece, schiera un offensivo 4-2-3-1 con Di Francesco Verdi e Palacio alle spalle di Destro. Poco dopo esce un irriconoscibile Hamsik ed entra Zielinski. Al minuto 11 Verdi prova la super punizione ma Reina, con l'aiuto della traversa, salva il Napoli. Se batterà il Benevento nel derby, il Napoli di Sarri entrerà nella storia anche per questo motivo.

32′: Azione bellissima per il Napoli.

Al 18' Masina segna ma è in fuorigioco.

15′-Ghoulam atterra Poli e fa ripartire il Bologna. Il battibecco tra i due, riportato dall'inviato di SportMediaset, termina con lo spagnolo che invita l'allenatore a prendersela direttamente con Hysaj. Prima del triplice fischio arriva anche il tris a seppellire il Bologna: il pallone messo dentro da Callejon è troppo ghiotto per non essere sbattuto in rete da Zielinski. Col passare dei minuti i partenopei guadagnano campo ma faticano a creare opportunità da gol. Diciassette giri di lancette più tardi, Mertens ruba palla a Pulgar sulla trequarti, va via in campo aperto e trafigge Mirante in uscita.

Comments