Ambiente, Juncker: "Vorrei l'Ue all'avanguardia nella lotta al cambiamento climatico"

Adjust Comment Print

"Un anno fa non eravamo in un buono stato ma l'Unione europea ha mostrato che possiamo dare risultati e il vento è di nuovo nelle nostre vele". Alla democrazia, con l'invito ad un maggiore e sempre più stretto rapporto col Parlamento europeo e con tutte le articolazioni nazionali e regionali di rappresentanza collettiva.

Positivo è il giudizio sul fronte delle finanze. O con una fantasiosa narrazione degli effetti delle misure di Quantitative Easing fin qui attuate dalla Banca Centrale, le quali non hanno affatto prodotto lo "sgocciolamento della liquidità" a favore degli investimenti di piccole e medie imprese, e tanto meno a favore di una redistribuzione ai redditi più bassi, che avrebbe comunque favorito una reale ripresa dei consumi. E ora ci sono "buone condizioni economiche che favoriscono il rilancio politico". "E' per questo che propongo di creare uno strumento per entrare nell'euro (Euro-accession Instrument, ndr), che offra loro assistenza tecnica e anche finanziaria", annuncia.

CYBER ATTACCHI - L'Ue è poi male attrezzata contro i cyber attacchi, che hanno colpito oltre 4.000 volte lo scorso anno. Il paesaggio europeo sarebbe più leggibile con un solo capitano alla guida della nave. "Il destino dell'euro è diventare la moneta di tutta l'Unione europea", ha confermato il presidente della Commissione.

In quanto al commercio, se da un lato l'Ue "ha le porte aperte", dall'altro non può "difendere ingenuamente il libero commercio". "Voglio che la nostra Unione diventi un attore globale piu' forte" ma per fare questo e' necessario "prendere decisioni di politica estera piu' rapidamente": la proposta è quella di passare dalla regola dell'unanimita' al voto a maggioranza qualificata nelle decisioni sulla politica estera. Il commercio è inteso anche come "esportazione delle politiche sociali".

Terze maglie di Inter e Roma, modelli uguali, colori diversi
Sui lati della divisa corre per tutta la lunghezza della maglia e dei pantaloncini una striscia gialla e grigia . Nella parte inferiore del retro della maglia è presente la scritta "AS ROMA " impressa nella trama del tessuto.

Altro tema che non poteva non essere toccato è quello dei migranti. "L'economia riprende in ogni paese e si estende, sono stati creati 8 milioni di nuovi posti di lavoro e 230 milioni di europei lavorano, più di quanti fossero prima della crisi", ha detto Juncker.

Innanzitutto l'istituzione di un ministro dell'euro e di un Fondo monetario Ue, prevista per il 2025 ma di cui non sono ancora chiare le mansioni, in attesa dello scontro tra falchi e colombe. L'Europa non è una fortezza, è e resterà il continente della solidarietà per quelli che hanno bisogno di un rifugio. Oggi solo il 36% dei migranti in situazione irregolare vengono rimpatriati. "Dobbiamo intensificare considerevolmente i nostri sforzi e le nostre azioni sui rimpatri dei migranti che non hanno diritto di restare in Ue".

"L'Italia ha salvato l'onore dell'Europa". "Ankara si allontana a passi da gigante da molto tempo", ha spiegato ancora Juncker. L'Europa, ha detto, "non è votata all'immobilismo e deve rifiutarlo". Inoltre ha proposto di fondere le cariche di presidente della Commissione e di presidente del Consiglio europeo. L'Ue deve fare in modo di rendere grande il pianeta.

Il discorso e la discussione sono un'occasione per riflettere sulle sfide che l'Europa sta affrontando, come i negoziati Brexit, la sicurezza e un'unione economica più stretta. Il messaggio del presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, è un messaggio di ottimismo.

Comments