Shakhtar Donetsk-Napoli 2-1, il tabellino: cronaca e risultato finale

Adjust Comment Print

Il Napoli di Sarri si prepara ad affrontare il girone F e la prima sfida è insidiosa; i partenopei infatti dovranno recarsi in Ucraina, in casa dello Shaktar Donetsk di Fonseca. La voglia di seguire il Napoli c'è, anche quella di lasciarsi sorprendere dalle atmosfere dell'est, così ecco che i due stasera non si lasceranno sfuggire l'occasione del match contro lo Shakhtar pronti con la loro voce a scaldare l'atmosfera nel cuore dell'Europa dell'est. Più netta la forbice tra Goal (1,60) e No Goal (2,20).

Attualmente lo Shakthar è primo in classifica nel campionato ucraino con 21 punti in 8 partite. La quota per il pareggio, la più alta nella forbice 1X2, ha attirato il 23% delle giocate. Scatenato l'attaccante brasiliano che al 20' si presenta tutto solo davanti a Reina, bravo a respingere di piede una conclusione a botta sicura.

44′ Grande conclusione di Insigne che prova il tiro a giro dalla distanza e Pyatov si supera con un miracolo. Proprio da un retropassaggio errato del capitano, Taison va vicinissimo al raddoppio, ma questa volta Reina si salva con il piede.

Mister Sarri in conferenza stampa non si è sbottonato al riguardo, ma la presenza di Milik al suo fianco potrebbe essere indice di un suo impiego dal primo minuto: resta da capire nel caso se a rifiatare sarà Mertens oppure Insigne (in quest'ultimo caso ovviamente il belga si sposterà sull'out sinistro). Il Napoli appare molle e i padroni di casa non fanno altro che difendere la porta trovando pronti i riferimenti offensivi ( Taison ma soprattutto Ferreyra) e gli azzurri diventano nervosi col passare del tempo. Mertens subisce un evidente fallo in area e Zwayer concede la massima punizione che Milik trasforma impeccabilmente. Piuttosto, lo è stata l'abilità con cui lo Shakhtar ha preso in mano la partita senza più restituirla: palleggi fitti, qualità eccellente e flash verticali improvvisi e abbaglianti. E poi in questo momento il mio futuro è l'ultima delle mie preoccupazioni. Nell'altra gara del girone il Manchester City ha maramaldeggiato sul campo del Feyenoord: per i partenopei, oggi non in serata, la strada verso gli ottavi inizia in salita.

Gasperini contro il VAR: "Così si perde il bello dell'esultanza"
Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! L'atteggiamento prudente del Sasuolo fa immaginare una gara combattuta, con pochi spazi. I padroni di casa sono ancora a quota zero dopo essere usciti sconfitti da Roma e Napoli .

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov; Srna, Ordets, Rakitiskiy, Ismaily; Stepanenko, Fred; Marlos, Kovalenko, Taison; Ferreyra.

Marcatori: 15' Taison (SD), 58' Ferreyra (SD), 72' rig.

Formazione ufficiale Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejòn, Milik, Insigne. All. A disposizione: Sepe, Allan, Jorginho, Maggio, Mertens, Maksimovic, Rog.

Comments