TLC fattura mensile, Agcom avverte operatori dure sanzioni

Adjust Comment Print

È possibile, tramite una apposita pagina del suo sito, scaricare un reclamo/diffida con richiesta di rimborso di quanto versato illegittimamente in più per ogni bolletta a 28 giorni e, ancora, nel caso di risposta negativa, il "formulario Ug" per chiedere l'applicazione degli indennizzi automatici.

Fatturazione a 28 giorni, scoppia la bagarre dopo l'annuncio dell'Agcom di sanzioni in arrivo per le telco (Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb) ree di non adeguarsi alla cadenza di tariffazione mensile delle fatturazioni e dei rinnovi delle offerte di comunicazioni elettroniche per la telefonia fissa e le offerte convergenti Dsl, fibra e voce (fisso e mobile), imposta dalla delibera 121/17/ CONS dello scorso mese di marzo. "Quello che molti consumatori non sanno - ha detto Carlo De Masi, presidente di Adiconsum nazionale - è che la Delibera 121/17/CONS che prevede, almeno per quello che riguarda la telefonia fissa, il ritorno ad una cadenza a 1 mese, è stata impugnata dalle aziende telefoniche innanzi al Tar che si pronuncerà a febbraio 2018". Pagamento ogni otto settimane, in pratica sono 13 le mensilità che l'utente è chiamato a versare nelle casse del provider.

È vero poi che il cliente può recedere dal contratto di telefonia - senza penali, né costi di disattivazione - a fronte di una modifica delle condizioni contrattuali effettuata unilateralmente dal gestore [2], ma questo diritto viene sostanzialmente vanificato dal fatto che tutti i principali operatori telefonici hanno adottato la fatturazione a 28 giorni. Dall'altra la possibilità che in altri settori, altre società passino dai contratti mensili a quelli a 28 giorni, come è già successo con Sky. Vedremo cosa accadrà e, soprattutto, come si pronuncerà il Tar cui si sono rivolti i gestori telefonici.

Ambiente, Juncker: "Vorrei l'Ue all'avanguardia nella lotta al cambiamento climatico"
CYBER ATTACCHI - L'Ue è poi male attrezzata contro i cyber attacchi, che hanno colpito oltre 4.000 volte lo scorso anno. L'Europa non è una fortezza, è e resterà il continente della solidarietà per quelli che hanno bisogno di un rifugio .

In attesa che si dipani qualche nodo, tra contenziosi e istruttorie su eventuali pratiche commerciali sleali, il ministero dello Sviluppo "sta valutando segnalazioni specifiche all'Antitrust e un apposito intervento normativo" con l'obiettivo di proteggere i consumatori e garantire la trasparenza del mercato.

Tira insomma una brutta aria per gli operatori che, secondo il diktat dell'Agcom, avrebbero dovuto interrompere la fatturazione a 28 giorni lo scorso 24 giugno.

Ma ciò che potrebbe riportare i colossi della telefonia a più miti consigli è la decisione, sempre del Codacons, di indire una "class action" (cioè una azione di categoria). Per la gioia delle associazioni dei consumatori e dei clienti che si vedevano fatturato quasi un mese in più di spese l'anno.

Comments