Lega, bloccata l'attività politica col sequestro dei conti

Adjust Comment Print

Fino alla doccia fredda di mercoledì, quando i vertici del Carroccio hanno comunicato il blocco di alcuni conti correnti riconducibili al Movimento, deciso a scopo cautelativo dai giudici di Genova come conseguenza della condanna di Umberto Bossi e l'ex tesoriere Francesco Belsito.

L'accusa era molto grave: negli anni la Lega Nord avrebbe presentato dei rendiconti fittizi per ottenere così dei rimborsi elettorali gonfiati, soldi questi che poi sarebbero stati spesi in gran parte per fini personali.

Durissima la reazione di Salvini in conferenza stampa: "Oggi, per la prima volta nella storia della Repubblica, i giudici stanno bloccando l'attività di un partito politico. È un attacco alla democrazia, una follia". Ma perché? Salvini non si spreca in spiegazioni e non lega la circostanza alla condanna di Bossi: "Penso che domani a nome della Lega parlerà il segretario federale, la Lega è sotto attacco - si limita a dire - La Lega ha una sola voce". I conticorrenti stoppati, spiega, sono al momento quelli di Emilia, Trentino, provincia di Bergamo, provincia di Imperia, città di Sanremo e Savona. "C'è chi, usando un pezzettino di magistratura, anche un solo giudice, vuole mettere il bavaglio al dissenso", ha detto ancora il leader del Carroccio, "e ad alcuni milioni di italiani che credono nella Lega".

Chikungunya - Disinfestazione a Latina, indicati orari e zone
Al momento, il fabbisogno aggiuntivo stimato per fronteggiare i focolai nel Lazio è di 200-250 sacche di sangue al giorno. I Comuni sono stati allertati e stanno provvedendo alla disinfestazione delle aree interessate.

E' quindi probabile che nelle prossime ore vengano bloccati tutti gli altri conti del Carroccio. È un'opera di distruzione che non gli riuscira', che grida vendetta.

"Se pensano di spaventare o fermare la Lega Nord si sbagliano - ha concluso - e non esiteremo a segnalare a tutte le competenti Autorità tale omissione, denunciando l'accaduto". Intanto si viene a sapere che sono state taroccate in modo sistematico le intercettazioni allo scopo di "far fuori" Matteo Renzi.

Paolo Paternoster, segretario provinciale della Lega Nord, ha dichiarato: "Il conto bloccato anche per la Lega Nord di Verona è un atto ignobile". Sarebbe preoccupante che un segretario di partito, che si chiama democratico, se ne freghi di quanto dice la Costituzione, ovvero che un cittadino e' innocente fino al terzo grado di giudizio. "Renzi si vergogni. Al Pd non succede nulla perché evidentemente ha più amici dentro la magistratura". Un tema che Salvini affronta già oggi nell'incontro con i Giovani Padani, come peraltro già fatto nei giorni scorsi, con relative repliche del procuratore capo di Genova, Franco Cozzi . Se la sentenza di condanna di primo grado dovesse essere ribaltata in appello o in Cassazione, i soldi verranno restituiti.

Comments