Lampedusa, il sindaco chiede aiuto: "Minacce, molestie, furti, stranieri fuori controllo"

Adjust Comment Print

"Siamo abbandonati", prosegue il sindaco, secondo il quale "i bar sono pieni di tunisini che si ubriacano e molestano le donne". Non c'è collaborazione da parte delle istituzioni, siamo soli. C'è un problema di ordine pubblico molto grave e nonostante la presenza sul territorio di polizia e carabinieri, soprattutto i tunisini riescono a farsene beffa.

Martello, anche se ha palesato l'idea di chiudere l'hotsop a queste condizioni, rassicura sul fatto che "Lampedusa è stata, è, ed intende continuare ad essere un'isola di accoglienza: è mio dovere però chiedere che l'accoglienza sia organizzata all'interno di un contesto di regole di ordine pubblico e di decoro".

Regole che aveva invocato ancora stamane in una lettera aperta, rilanciando dopo il fosco quadro dipinto ieri: "Sapevo che pronunciando queste parole avrei creato un 'casò, che mi sarei attirato critiche e apprezzamenti, sguardi d'indignazione e messaggi di incoraggiamento", ultimo in ordine di tempo il sostegno del senatore di FI Maurizio Gasparri.

La nostra isola è al collasso, non sono più sopportabili i furti, le molestie e le minacce che ogni giorno gli abitanti di Lampedusa subiscono. "Se non si è in grado di gestire questa situazione, poiché molti di questi sono delinquenti, che vengano messi in carcere" ha concluso. "Basterebbe controllare il numero delle denunce presentate ai carabinieri: a me risulta solo un furto da un negozio di frutta e verdura".

E' albanese il 24enne ucciso questa notte a Desio
I carabinieri di Desio e del Nucleo Investigativo di Monza, stanno lavorando incessantemente per ricostruire l'accaduto. La vittima, un albanese di cui non sono ancora state rese note le generalità, così come l'amico, risultano incensurati.

Il primo cittadino di Lampedusa fa sentire la sua voce, per la prima volta, chiedendo aiuto.

Pronta la replica dell'ex Sindaco, Giusi Nicolini: "Ho l'impressione che il sindaco di Lampedusa voglia fare del terrorismo". Così vicini (Martello e Nicolini sono entrambi esponenti Pd, anche se di circoli diversi), eppure distanti sul modello di accoglienza. La presa di posizione del sindaco mi lascia sorpreso. Francamente non vedo il minimo problema. "Il sindaco di Lampedusa dunque sembra aver detto basta all'accoglienza perché l'isola è praticamente allo sbando." Minacce molestie furti. Intanto in questi giorni sono ripresi i "viaggi della speranza" nel Canale di Sicilia da parte di migranti e richiedenti asilo, che erano diminuiti drasticamente nelle ultime settimane dopo il "giro di vite" da parte del ministro dell'Interno Marco Minniti.

L'hotspot attivo dal 2015 - L'hotspot per l'identificazione e registrazione dei migranti irregolari che dovrebbero poi essere ricollocati in altri Paesi Ue o rimpatriati è operativo sull'isola dal settembre 2015. "Tutto questo genera la sofferenza nelle strutture".

Comments