Spalletti: "Dobbiamo crescere ancora. Skriniar? Lasciamolo tranquillo. Su Icardi e Perisic…"

Adjust Comment Print

L'ex allenatore della Roma, prima di sedersi in conferenza stampa, ha parlato ai microfoni di Inter Channel: "Voglio iniziare con un ricordo per Bersellini, non l'ho mai conosciuto, ma ho potuto apprezzarlo da fuori". Dobbiamo tracciare il percorso curva dopo curva. "Dobbiamo essere consapevoli e costanti nel lavoro da fare, sono quei tempi sottili che poi fanno la differenza", firmato Luciano Spalletti.

ICARDI PUO' CRESCERE? "Gli ho fatto i complimenti, però mi fa piacere sapere che ha margini di crescita. Poi se palleggia qualche volta in più con i centrocampisti per stanare il difensore che vuole bacchettarlo, può essere un di più che non gli toglie nulla sotto l'aspetto dei numeri che comunque può migliorare". Il centrocampo statico dà vantaggi all'avversario, quello che ruota e cambia posizione diventa meno marcabile. Molti di noi hanno le qualità per fare quel ruolo, ma devono saperlo fare anche Candreva, Perisic, Eder, che lo sa fare benissimo. "E' difficile dirlo adesso, in questo momento ci vuole un tempo in più per pensarci, fino a domani pomeriggio". Si tratta di diverse modalità, tutte pienamente legali, basta mettere attenzione nelle ricerche, e che possono offrire anche immagini di discreta qualità.

Pitbull azzannano a morte bimba
Così a Flero , in provincia di Brescia, è morta in serata una bambina di poco più di un anno, Victoria. I pitbull della famiglia della bambina avrebbero già in passato aggredito altri cani in paese.

Il tecnico dei nerazzurri non si fida del Bologna di Roberto Donadoni che, a dispetto dei 4 punti in classifica, ha messo in mostra una buona organizzazione e contro Napoli e Fiorentina ha ceduto il passo solo nel finale. Abbiamo penato un po', Handanovic ha fatto due interventi importanti ma vincere così è sintomo di adattamento, testa solida e grande personalità. Da quella partita per gli emiliani solo amarezze, i nerazzurri sono tornati 9 volte su 11 dalla trasferta con una vittoria (l'ultima è arrivata grazie all'unico goal italiano di Gabigol). Andare a giocare nelle trequarti avversaria diventa una caratteristica che si deve imparare. Loro erano nella loro metà campo, con la squadra corta, palla che rimbalzava sempre, servivano giocatori piccoli e rapidi. Per esempio c'è lo streaming, che oltre ad essere una possibilità pienamente legale, offre una serie di alternative, semplici ed efficaci, che possono soddisfare anche i palati più esigenti.

SCONTRI DIRETTI - "Mentre ora si dà tutto per scontato, vi sento parlare di 5-6-7 vittorie di fila, dal mio punto di vista non è così". Ha voglia di rientrare, noi siamo lì per capire e decidere il momento giusto del rientro in gruppo e poi sul campo.

Comments