Terremoto Messico 19 Settembre 2017: bilancio salito a 50 vittime, danni catastrofici

Adjust Comment Print

Terremoto Città del Messico, vari crolli in città.

Terremoto Messico: la gente in fuga nelle strade invase dalla polvere Strade invase dalla polvere e persone che cercano di mettersi al riparo a Città del Messico.

Una scossa è stimata di magnitudo 7.1 ed è stata registrata nel Messico centrale.

Pitbull azzannano a morte bimba
Così a Flero , in provincia di Brescia, è morta in serata una bambina di poco più di un anno, Victoria. I pitbull della famiglia della bambina avrebbero già in passato aggredito altri cani in paese.

Un terremoto di magnitudo 7.1 ha colpito il sud del Messico martedì 19 settembre 2017 alle 13:14 ora locale (20:14 in Italia), causando la morte di almeno 40 persone. La scossa è stata avvertita a Città del Messico, dove vivono oltre 20 milioni di persone.

Il traffico aereo verso l'aeroporto internazionale di Città del Messico, distante 123 chilometri dall'epicentro, è stato bloccato dopo il sisma. Si segnalano crolli di edifici e danni alle infrastrutture. Anche un uomo e una donna sono morti per il crollo di parti di edifici, uno dei quali ospita la Scuola normale dello Stato.

A Città del Messico, una scuola è crollata intrappolando sotto le macerie i bambini e tutto il personale che si trovava al suo interno. Il sisma ha provocato anche una profonda crepa in una tribuna dello stadio Azteca della capitale, tra i più importanti dell'America Latina. Lo ha detto il presidente messicano Enrique Pena Nieto. Molti i danni segnalati con crolli di edifici anche nelle zone limitrofe, con un bilancio di morti che sembra annunciarsi molto pesante. Dopo la forte scossa molte persone hanno lasciato le proprie abitazioni e sono fuggite in strada. Scene di panico nella capitale, quando si erano appena concluse le commemorazioni del terremoto del 1985. Secondo la rete tv Excelsior, tra i monumenti danneggiati, il palazzo delle Cortes, la cattedrale, il palazzo del Governo.

Comments