## Trump all'Onu: "Prima gli Usa. Pronti a distruggere Nordcorea"

Adjust Comment Print

Il presidente USA ha chiarito sulla sua posizione sulla questione coreana. "Rocket man è in una missione suicida per se stesso e per il suo regime", ha detto riferendosi al leader nordcoreano battezzato "uomo razzo" da Trump in un tweet dei giorni scorsi. Cosa che Teheran non ha assolutamente intenzione di fare: solo ieri, il presidente iraniano, Hassan Rohani, ha detto che gli Stati Uniti potrebbero pagare "un costo alto" qualora rompessero l'accordo. "Terroristi ed estremisti hanno guadagnato terreno nel mondo". A partire dalla Corea del Nord, il "flagello dei regimi canaglia". Un neanche troppo velato riferimento ai 70 anni di immobilismo dell'Organizzazione, immobilismo che in effetti è dovuto a diversi fattori: in primis la sua stessa struttura, con i soli membri del Consiglio di Sicurezza (Francia, Russia, Gran Bretagna, Usa e Cina) con diritto di veto, una criticità spesso evidenziata ma che, per ora, non ha ancora portato ad alcuna riforma rilevante, nonostante il sistema si sia rivelato palesemente inefficace per risolvere i principali conflitti internazionali. E non c'è nemmeno Putin che però a differenza degli altri non avrebbe motivazioni valide a giustificazione della sua assenza. Bisogna fare qualcosa, noi stiamo facendo passi seri, siamo pronti ad altre azioni se il governo non farà nulla, chiedo a tutte le Nazioni di essere pronte a fare di più, chiediamo la democrazia e la libertà politica in Venezuela. "Non vogliamo imporre il nostro stile di vita a nessuno ma l'America vuole essere in modello". "L'accordo nucleare è la peggiore e più unilaterale operazione mai intrapresa dagli Usa, un imbarazzo".

Destacan en jornada de diálogo: Hoy el mundo es Venezuela
Tendrán contacto con la organización de los CLAP, urbanismos de la Gran Misión Vivienda Venezuela (GMVV) y experiencias productivas, así como visitas turísticas.

Trump ha di fatto apertamente menzionato l'esigenza di un regime change, sostenendo come non sia possibile per gli Stati Uniti avallare un accordo come il JCPOA, con un paese che "acconsente all'implementazione di un programma nucleare", e verso il quale l'Occidente ha il dovere di "porre fine al regime di Tehran". La Borsa è a livelli record e l'occupazione è in aumento. "Sono tempi di opportunità straordinari" continua rivendicando i successi della sua presidenza. L'inquilino della Casa Bianca, che è stato a Parigi su invito di Macron per la Festa della Repubblica a luglio, ha rivolto pubblici complimenti al presidente francese: "sta facendo un grande lavoro in Francia".

Comments