Addio a "Toro Scatenato"

Adjust Comment Print

Per lui 106 incontri da professionista con un bilancio di 83 vittorie e 19 sconfitte, col punto più alto rappresentato dalla conquista del titolo mondiale dei pesi medi nel '49 a spese di Cerdan.

Jake LaMotta, il pugile interpretato da Robert De Niro in Toro scatenato, è morto. Lo riportano il sito di gossip di Hollywood Tmz, citando sua moglie, e la Bbc. Fu un ragazzo inquieto, uno dei tanti ragazzi di strada della New York più violenta. Una volta raccontò di aver aggredito con un tubo di metallo un allibratore lasciandolo agonizzante a terra.

Una 57enne tedesca trovata nuda e con le mani legate a Roma
In prima mattinata, è stata ritrovata da un tassista che transitava in zona, che l'ha liberata prestandole i primi soccorsi. Il primo soccorso alla donna è stato dato da un tassista che stava percorrendo viale Washington e si accorto della donna .

Un episodio che lo ossessionò per tutta la vita. Addio, picchiatore picchiato, duro e carogna, che non sentivi più il dolore, come un pezzo di gomma vulcanizzata ci potevi pestare sopra per l'eternità e sarebbero rimbalzati quei colpi e ti sarebbero tornati addosso con gli interessi. Nemmeno quando l'avversario lo sfigurava. Ma un campione coraggioso, chimicamente puro. In mezzo, una vita fatta di eccessi, di scatti d'ira, di rapporti complicati con manager e compagne (si sposò sette volte), di ombre di combine, di tentativi infruttuosi di intraprendere la strada cinematografica, fino ad arrivare a conoscere anche il carcere. Spesso sospettato di truccare i match, fu sempre troppo vicino a certi gangster della mafia. Finì anche in prigione per una denuncia di violenza a una minorenne.

Comments