Juventus-Torino, probabili formazioni: ballottaggi in attacco per Allegri

Adjust Comment Print

Il Torino è riuscito a trovare la rete negli ultimi sei derby di campionato dopo essere rimasto sempre a secco nei precedenti 10.

Juventus-Torino, Serie A, derby di oggi, sabato 23 settembre 2017 ore 20:45. "Il derby di Torino è una sfida tra popolo e padroni, tra passione e ragione, tra i colori e il bianco e nero".

L'anno scorso fu l'unica squadra a uscire imbattuta dallo Juventus Stadium: finì in pareggio, con il Torino agguantato dai bianconeri solo al 92'.

Anticipo serale della sesta giornata dai connotati interessantissimi, quello che andrà in scena all'"Allianz Stadium" tra Juventus e Torino, all'insegna di un derby della Mole intenso e carico di significati. I bianconeri vinsero per 3-2. Allegri, infatti, interrogato sulla gara, ha affermato: "Il derby è una gara da tre punti, come tutte le altre". Lo streaming sarà una soluzione sempre più utilizzata per vedere la partita live gratis. Detto questo anche noi abbiamo i nostri punti di forza e non credo che il mio amico Gigi (Buffon, ndr) possa stare così tranquillo. La formazione di Montella parte leggermente avanti a 2.00 mentre i blucerchiati non sono molto distanti a 3.55 e il pareggio è il risultato meno probabile a 3.60. In vantaggio è il venezuelano, sul ghanese: ma l'ex Genoa ha già collezionato tre cartellini in tre partite disputate. Centrocampo e attacco standard visto nelle ultime gare. Il derby tra due grandi attaccanti. In Serie A, 18 sarebbe il numero ideale di partecipanti. La Juve sostituisce l'ottimo Matuidi con Bentancur due minuti dopo, mentre al 75′ Gustafson prende il posto dell'ex bianconero Rincon, al 76′ ancora Juve pericolosa con tiro forte e preciso di Mandzukic che trova l'opposizione di Sirigu. El Pipita non ha impressionato in questo avvio di stagione per continuità di prestazioni, e anche in patria pare essersene accorto il ct Jorge Sampaoli viste le mancate convocazioni per le gare con la nazionale argentina. Nel Toro Moretti ha vinto il ballottaggio con Niang.

Chiesa e pedofilia, il mea culpa del Papa: "Siamo arrivati tardi"
O'Malley e Marie Collins, uno dei membri fondatori della Commissione, hanno fatto la settimana scorsa a nuovi vescovi. Se poi ci sono le prove di un abuso - afferma - questo è sufficiente per non accettare ricorsi.

Kwadwo Asamoah ha avuto un passato in granata, ma non ha mai debuttato in prima squadra.

Anche Sinisa Mihajlovic si affida al 4-2-3-1.

La Juventus ha vinto tutti i cinque precedenti incontro di Serie A sotto la direzione di Giacomelli, subendo solamente due gol.

Comments