Milan ko, Fassone è una furia: 'Ecco cosa non mi è piaciuto'

Adjust Comment Print

"Non so se sia un questione di avversario di livello".

Risultato a sorpresa per il Milan, sconfitto per la seconda partita consecutiva in trasferta.

Dopo due minuti l'arbitro Valeri assegna un rigore alla Samp, ma il VAR "scagiona" Franck Kessié - il direttore di gara aveva punito un suo presunto fallo di mano - e il gioco prosegue con un corner. "Il mercato ha portato le grandi a rinforzarsi ma alla fine il divario si bilancerà". Con la Samp ha avuto pochissimi palloni da giocare e molto isolamento in cui frustrarsi. "Io arrivo carico e motivato, penso che anche la squadra sia con me". La Sampdoria va in paradiso, il Milan è di nuovo all'inferno: d'accordo che è il Diavolo, ma i rossoneri vorrebbero essere in posti meno bollenti a quest'ora. Attesa e consultazioni, poi nessuna assegnazione: si gioca, e il primo tempo scivola via con più Samp che Milan. Siamo in crescita e può succedere, ma dobbiamo reagire e continuare a lavorare perché siamo un gruppo di qualità. Lo vedo sereno. Le valutazioni vengono fatte in base a quanto è stato pagato e le aspettative sono alte ma lui è giovane e ha bisogno di adattarsi. Avere tanta scelta non è uno svantaggio, ma lo diventa se si cambia sempre, ritardando di fornire un'identità alla squadra.

Shakhtar Donetsk-Napoli, dall'Ucraina: "Srna positivo al test antidoping"
Nei prossimi giorni, dunque, avremo maggiori chiarimenti, con la UEFA chiamata ad esprimersi in merito. Clamorosa indiscrezione in arrivo dall'Ucraina.

Pranzo indigesto quello di Marassi per il Milan. Ci aspettavamo degli ostacoli e ci aspettavamo che i primi sei mesi sarebbero stati più ostici, i giocatori sono nuovi, siamo preparati a questi ostacoli, la seconda parte del cammino in teoria sarà più semplice. Nessun cambio nell'intervallo e ripresa che vede il Milan crescere complice anche un fisiologico calo del ritmo da parte dei blucerchiati. Ci prova spesso Duvan Zapata a portare in vantaggio i suoi, in particolare in un'occasione trova solamente il piede di Cristian Zapata a negargli la gioia del gol, in seguito ad una sua bella progressione.

"È importante alzare l'asticella, incontreremo 10 squadre forti, il nostro futuro lo costruiremo da domani".

SAMPDORIA-MILAN 2-0 (0-0) Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni 6,5, Bereszynski 6, Silvestre 6, Ferrari 6,5, Strinic 6,5, Barreto 6,5 ( 47' st Capezzi sv), Praet 6,5 (45' st Alvarez 7), Ramirez 6,5 (38' st Verre sv), Quagliarella 6,5, Zapata D. 7,5.

Comments