Che cosa è successo in Alabama (ea Trump)

Adjust Comment Print

Inoltre, secondo il Washington Post, le ultime modifiche alla proposta sarebbero state 'disegnate' per favorire Alaska e Maine, che riceverebbero molti più fondi dal governo federale: si tratta degli Stati rappresentati da Lisa Murkowski e Susan Collins, che votarono contro il tentativo di abrogare e sostituire l'Obamacare a luglio e che rappresentano, ancora oggi, il maggior ostacolo verso l'approvazione della riforma repubblicana. Moore ha sconfitto Luther Strange, un membro storico del Partito Repubblicano locale, senatore uscente, che aveva ottenuto il sostegno diretto (ma con via via minor convinzione) del presidente Donald Trump. "L'establishment del partito repubblicano è in ginocchio", ha affermato Bannon parlando di "vittoria a mani basse".

Milan ko, Fassone è una furia: 'Ecco cosa non mi è piaciuto'
Avere tanta scelta non è uno svantaggio, ma lo diventa se si cambia sempre, ritardando di fornire un'identità alla squadra. Siamo in crescita e può succedere, ma dobbiamo reagire e continuare a lavorare perché siamo un gruppo di qualità.

Ora Moore se la dovrà vedere con il democratico Doug Jones (ex procuratore dell'Alabama, un altro magistrato che entra in politica) nell'elezione suppletiva del 12 dicembre. È stato il leader della maggioranza repubblicana al Senato Usa, Mitch McConnell, a ufficializzare la propria "rinuncia" cancellando la votazione di un nuovo testo prevista per questa settimana. La sconfitta pragmatica con Strange (su cui i normalizzatori interni al potere presidenziali hanno voluto schierare Trump) si porta dietro una lieta notizia: ha vinto colui che a istinto piaceva al presidente. Trump ha reagito minacciando di accordarsi con i democratici, ma è una minaccia debole: la sua popolarità è ai minimi storici (solo il 39% degli americani approva la sua azione) e ai democratici non conviene cancellare uno dei punti qualificanti della presidenza di Obama per aiutare un avversario in difficoltà, solo per perdere consensi.

Comments