Claudio Baglioni sarà direttore artistico e conduttore del festival di Sanremo

Adjust Comment Print

Secondo Adnkronos, il suo compenso per entrambi gli incarichi sarà pari a quello del suo predecessore Carlo Conti nel 2017, ma decurtato del 10 per cento. A sollevare qualche dubbio sono le parole usate nel comunicato, quelle che indicano Baglioni come "capitano della squadra".

Sarà quindi Baglioni a scegliere le canzoni in gara e la squadra che lo affiancherà sul palco dell'Ariston dal 6 al 10 febbraio (date scelte appositamente per evitare la concomitanza con le partite degli ottavi di Champions League).

"La scelta di Claudio Baglioni alla conduzione del Festival, uno dei programmi più complessi nel panorama televisivo nazionale, mi sembra parecchio azzardata - ha fatto sapere Cesare Casiraghi, storico osservatore e commentatore di Sanremo - Innanzitutto per l'artista medesimo, icona musicale italiana che ha attraversato tre generazioni, in quanto non ha mai condotto in prima persona trasmissioni televisive".

UPDATE: ufficiale, Claudio Baglioni è il conduttore e direttore artistico del prossimo Festival di Sanremo. Il già citato Gianni Morandi, a parte avere una carriera anche nel mondo della tv e del cinema, ha condotto due Sanremo.

Se la direzione artistica del Festival è quasi sempre stata affidata agli addetti ai lavori, più o meno esperti del settore, un motivo ci sarà.

Serena Grandi fa outing per il figlio nella casa del GF Vip
Comunque tra Serena e Pino non c'è mai stato nulla di fisico: " Fu una storia platonica fatta di telefonate ". Il marito della Grandi scopre questo inatteso regalo e affronta il cantante in un impeto di gelosia.

Nelle ultime settimane si sono fatti anche i nomi di Mika e di Paola Cortellesi con Laura Pausini. I suoi partner nella conduzione saranno annunciati, come di consueto, nella conferenza stampa del prossimo gennaio a ridosso dell'inizio del Festival.

Soddisfatto il dirigente Rai Mario Orfeo: "Siamo onorati e felici che Baglioni abbia accettato il nostro invito".

Forse il "capitano coraggioso" sarà come un direttore con la sua orchestra: pronto a vibrare la sua bacchetta, ma facendo sì che siano gli strumenti a essere i veri protagonisti.

L'attore, però ha smentito categoricamente qualsiasi voce: "Sarebbe un onore, ma non è così". "Sono certo che, come si dice puntualmente ogni anno, con lui si metterà davvero la musica al centro del festival".

Comments