Macron alla Sorbona: "Una procura europea antiterrorismo"

Adjust Comment Print

Intanto, da Helsinki, anche il Presidente della Repubblica spende parole a favore del discorso di Macron e dell'integrazione europea.

Macron ha avuto una luna di miele con i francesi, dopo essere stato eletto a maggio, ma una serie di errori di comunicazione e politici sembrano averne minato il consenso, caduto secondo i sondaggi attorno al 40 per cento, per poi leggermente risalire al 45 per cento, secondo rilevazioni pubblicate oggi.

Alcune centinaia di studenti lo hanno atteso davanti alla facoltà al coro di: "Macron vattene, l'università non è tua", tra striscioni con la scritta "Anticapitalisti" e bordate di fischi sotto gli occhi attenti di decine di celerini.

La Francia dunque, si candida a diventare il motore di una nuova Europa, sovrana ed unita. Si è aperto nuovamente il cantiere di avanzamento dell'Unione Europea. Il suo piano prevede che nel prossimo anno "venga costituito ufficio europeo dell'asilo per accelerare e armonizzare le nostre procedure".

Gf Vip 2: La moglie di Bossari interviene "Ho avvertito la produzione"
Cristiano Malgioglio (inquadrato in casa accanto a Lorenzo Flaherty , Simona Izzo e Serena Grandi ) ha detto " Serena Grandi ". Ignazio Moser non voleva che si parlasse di questa sua confessione durante la puntata. " Ha proprio la faccia da bastardo ".

Tanto più che l'Italia, il cui ruolo in Europa non è da sottovalutare, la spinta anti-euro non ha mai perso mordente. Bisogna accogliere chi ha diritto e integrarlo, e rimandare indietro rapidamente chi non ha diritto a entrare in Europa. Con Angela Merkel impegnata in casa a trovare un'alleanza per governare, il Regno Unito ormai ai margini, il premier spagnolo Mariano Rajoy indebolito e ripiegato sull'escalation del referendum catalano e il primo ministro italiano, Paolo Gentiloni, che si attende segnali di pace sulle partite industriali Stx-Fincantieri e Tim-Vivendi, il delfino dell'Eliseo ha afferrato il timone della guida politica dell'Unione europea.

Per quel che riguarda l'organizzazione militare, l'esercito francese e' pronto ad "accogliere militari provenienti da paesi Ue" e serve, ha aggiunto il presidente francese, "una forza comune di intervento, con un bilancio comune e una dottrina comune" per gli interventi che deve essere pronta entro il 2020 e operare come "partner degli eserciti nazionali". Ecco, punto per punto, cosa ha detto. Il capo di Stato francese propone la creazione di uno "spazio comune" per rifugiati e migranti, per fare in modo che non accada più che paesi europei siano sommersi dagli arrivi. E' il limite di una visione in gran parte condivisibile: dalla nascita di una procura europea per lottare contro terrorismo e criminalità organizzata a una gestione comune delle frontiere e del diritto d'asilo, da una forza d'intervento comunitaria a un bilancio della difesa comune, senza dimenticare la lotta contro il cambiamento climatico, l'armonizzazione fiscale, la formazione, gli scambi culturali.

In definitiva, dal vertice che si è tenuto a Lione, città metropolitana della Francia centro orientale, emerge "un'intesa rinnovata", e una sorta di "road map per concreti impegni futuri", come hanno sottolineato i due leader. La sua giovinezza, indubbiamente, l'aiuta: nell'anfiteatro della Sorbona non sembrava un padre o un professore, piuttosto un fratello maggiore degli studenti che lo ascoltavano e lo applaudivano.

Comments