Atalanta-Juventus, parla Spinazzola: "Non volevo mancare di rispetto"

Adjust Comment Print

Leonardo Spinazzola, esterno dell'Atalanta, è tornato ad essere un perno principale della squadra di Gasperini. Eppure l'esterno avrebbe potuto lasciare i nerazzurri in estate, per ritornare con un anno d'anticipo alla Juventus.

Macron alla Sorbona: "Una procura europea antiterrorismo"
Bisogna accogliere chi ha diritto e integrarlo, e rimandare indietro rapidamente chi non ha diritto a entrare in Europa. Tanto più che l'Italia, il cui ruolo in Europa non è da sottovalutare, la spinta anti-euro non ha mai perso mordente.

Intervistato ai microfoni del sito ufficiale del club bergamasco, Spinazzola ha voluto fare un passo indietro scusandosi con i tifosi atalantini: "Mi scuso con loro, non voglio che si pensi che io non provi rispetto per questa città e la sua gente". Tra questi c'è Spinazzola, disposto a lasciarsi, anche il malo modo con l'Atalanta pur di vestire il bianconero, i piedi puntati del ragazzo non hanno sciolto la resistenza di Percassi che ha tenuto duro e strappato un accordo a Marotta. Siamo stati bravi a mettere tutto l'impegno, non era facile pareggiare in casa loro. Non volevo far passare il messaggio di non aver rispetto per la città. "Darò sempre il massimo per questa maglia come ho sempre fatto". Ci siamo riusciti e il merito va a noi. Peccato aver subito gol al 45esimo, perché avevamo tenuto bene, nel secondo tempo però abbiamo reagito subito. "È stata una grandissima emozione, lo stadio è bellissimo, gli stadi fuori dall'Italia sono devastanti, i tifosi ci hanno dato una grande spinta".

Comments