Marsiglia. Attacco alla stazione Saint-Charles. 2 morti. Ucciso l'aggressore

Adjust Comment Print

Un uomo ha aggredito alcuni passanti a Marsiglia, nel primo pomeriggio di domenica 1 ottobre. La polizia conferma anche che l'aggressore ha gridato "Allah u akbar" prima di colpire le sue vittime, come riferito in precedenza dai testimoni.

Purtroppo Marsiglia non è nuova a questi attacchi terroristici, infatti soltanto un mese fa, precisamente alla fine di agosto, un attentatore si è lanciato con un'auto contro un gruppo di persone che sostavano alla fermata del bus provocando la morte di una donna ed il grave ferimento di un'altra. Il grido Allah Akbar è ormai diventato il simbolo del terrorismo islamico in Europa e in altre parti del mondo.

"Dopo l'attacco avvenuto nelle vicinanze della stazione di Saint Charles, mi reco immediatamente sul posto" è il commento del Ministro dell'Interno francese Gerard Collomb, commentando l'attacco a Marsiglia.

France Info che cita la procura antiterrorismo.

Leo, che fai? Acosty? I social non perdonano Bonucci
Ringrazio Mirabelli e Fassone che mi sono vicini e mi sostengono nelle scelte, lasciandomi lavorare in piena autonomia. Potrà finire in una bolla di sapone, ma potrebbe anche aprire una fenditura nel rapporto tra i due , staremo a vedere.

La società ferroviaria francese Sncf ha annunciato di aver interrotto il traffico ferroviario.

Dopo i numerosi attacchi che hanno colpito la Francia dalla fine del 2015, il governo ha lanciato l'operazione Sentinella, che vede impegnati 7.000 agenti di polizia e dell'esercito in tutto il paese, nei siti più a rischio attentato.

Su Twitter la polizia ha invitato la cittadinanza ad evitare la zona e ad astenersi dal diffondere false informazioni sui social network. L'ipotesi di "omicidio a scopo terroristico, tentato omicidio di pubblico ufficiale, associazione per delinquere".

Comments