Attentato a Marsiglia: il killer aveva vissuto per anni a Roma

Adjust Comment Print

Virano verso l'Italia le indagini sul passato di Ahmed Hanachi, l'uomo che domenica a Marsiglia ha accoltellato a morte due giovani donne vicino alla stazione di Saint-Charles. L'indagine è stata aperta dopo che si è appreso che il trentenne, con passaporto tunisino, era arrivato in Italia dalla Francia nel 2006 e si era insediato ad Aprilia dove aveva sposato un'italiana da cui poi aveva divorziato.

Proseguono, infatti, gli accertamenti da parte degli uomini di antiterrorismo e intelligence sui possibili contatti che Ahmed Hanachi potrebbe aver avuto durante il suo soggiorno in Italia. Lo hanno rivelato "Le Monde" e il settimanale "Le Point". Non era schedato come potenziale affiliato dell'Isis ma dal 2005 era noto alle forze dell'ordine francesi per reati minori.

Читайте также: Belotti, l'esito degli esami: a rischio il match contro l'Inter

Tra le altre cose è emerso che il terrorista era stato fermato il giorno prima a Lione con l'accusa di taccheggio e rapina, ma rilasciato per insufficienza di prove, sebbene non possedese un valido permesso di soggiorno. I due poi si sono lasciati e l'uomo ha abbandonato Aprila e l'Italia. Anche il terrorista di Berlino Anis Amri aveva vissuto ad Aprilia. Nella zona in questione, nel giro di un anno e mezzo sono stati espulsi quattro tunisini per presunti legami con lo jihadismo.

La procura di Roma aprirà, ad ogni modo, un fascicolo per associazione con finalità di terrorismo contro ignoti, nel quadro degli accertamenti che saranno avviati per fare luce sulla rete di contatti in Italia di Hamed.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2017 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Comments