Torino: aghi sparati sui passanti da auto in corsa, cinque feriti

Adjust Comment Print

La scorsa settimana cinque persone sono rimaste ferite da dei proiettili artigianali sparati da persone a bordo di un'auto. E' l'ipotesi al vaglio degli investigatori della squadra mobile, che indagano sulla vicenda. Fortunatamente i feriti non hanno riportato danni gravi, ma se gli aghi avessero colpito gli occhi le conseguenze avrebbero potuto essere anche molto serie.

I testimoni dicono che sulla macchina ci fossero più persone.

Catalogna, dopo le violenze della polizia arriva lo sciopero
Il discorso del Re non ha frenato il governo catalano e questa sera ci sarà un intervento in tv del presidente Puigdemont . Rajoy che a sua volta è stretto da due fuochi. " Barcellona , città di pace, non ha paura", ha dichiarato il sindaco.

Gli aghi sparati sono quelli di tipo Tuohy, lunghi una decina di centimetri e normalmente usati per le anestesie peridurali e non certo come proiettili. Negli ospedali della zona intanto è alto il timore che qualcuno possa usare aghi infetti per emulare quello che al momento sembrerebbe solo un pessimo scherzo. Secondo una prima ricostruzione fatta dagli inquirenti, gli aghi potrebbero essere stati lanciati con una pistola ad aria compressa o con una pistola sparachiodi a gas, modificata affinché espellesse con più forza gli aghi, e con una direzione precisa e mirata.

"Stavo camminando quando ho sentito un forte dolore al braccio destro". Le analisi svolte nei laboratori degli ospedali, tuttavia, hanno escluso questa eventualità. Attacco alla città? Non si sa bene come catalogare l'ultima pazzia vista a Torino, ma dei maxi aghi sparati sui passanti in pieno centro davvero non si erano mai visti. Ho sfregato con la mano e ho trovato un ago conficcato nella pelle. "Non ho realizzato subito cosa fosse successo - aggiunge -".

Comments