Nobel per la pace 2017 alla campagna anti-armi nucleari Ican

Adjust Comment Print

La campagna contro le armi nucleari ICAN ha vinto il premio Nobel per la pace 2017. Tra i 318 candidati, l'Ican ne è uscito vittorioso, favorito proprio per il suo impegno e il contributo fornito.

La centralità non è del vecchio TNP ma del nuovo TPAN, che dovrebbe salvarci dall'incubo di una guerra nucleare che può essere scatenata persino per caso, per incidente e per errore di calcolo; e che oggi, nella crisi coreana, è addirittura esplicitamente minacciata da irresponsabili leader, incuranti che dall'escalation delle parole (e delle esercitazioni) si può passare a quella dei fatti catastrofici. Le armi nucleari sono ancora più distruttive, ma non sono ancora state oggetto di una simile proibizione giuridica internazionale.

Dell'ICAN fanno parte 486 organizzazioni di 101 paesi, ed anche l'Italia ha membri attivi e partecipanti all'attività nazionale ed internazionale.

Pedara. Domenico Citelli è stato ucciso da due sedicenni
I carabinieri stanno cercando di ricostruire meglio la dinamica dei fatti per individuare gli assassini. L'omicidio ha tutti i contorni di un vero e proprio giallo.

Marzo 2013: l'Ican coordina la partecipazione della società civile alla storica conferenza di Oslo sull'impatto umanitario delle armi nucleari, un'importante riunione di Stati per valutare le evidenze scientifiche sulle catastrofiche conseguenze del nucleare. Il Premio Nobel per la Pace di quest'anno è pertanto anche una chiamata a questi stati per avviare negoziati in vista dell'eliminazione graduale, equilibrata e attentamente monitorata delle quasi 15.000 armi nucleari nel mondo.

La campagna è stata sostenuta da altri premi Nobel per la Pace: Desmond Tutu, il Dalai Lama e Jody Williams (fondatrice della Campagna Internazionale per il Bando delle Mine Antiuomo). Cinque Stati che attualmente dispongono di armi nucleari - Stati Uniti, Russia, Regno Unito, Francia e Cina - si sono già impegnati a raggiungere questo obiettivo attraverso la loro adesione al Trattato sulla non proliferazione delle armi nucleari del 1970. "Gli eventi dei mesi scorsi ci hanno ricordato il rischio catastrofico che le armi nucleari rappresentano per l'umanità - ha affermato Guterres in una nota -".

Sono passati 10 anni dalla fondazione dell'Ican e molto ha fatto questa campagna per meritare il premio Nobel.

Comments