Rosatellum bis: Governo pone la fiducia, polemiche fuori al Parlamento

Adjust Comment Print

Mentre la Camera sta votando la fiducia, i contrari alla nuova legge elettorale si mobilitano.

Il governo ha autorizzato il ricorso alla fiducia sulla legge elettorale per blindare il Rosatellum bis alla Camera. Ma i problemi sono anche interni allo stesso Partito Democratico: la presidente della commissione antimafia Rosy Bindi ha dichiarato che non votera la legge, mentre l'ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano interverrà oggi per chiarire la sua posizione. Ed essendo un voto segreto potrebbe riservare tensioni e sorprese. Poi il voto sui due articoli rimasti fuori dalla fiducia sui quali pendono però circa 20 emendamenti ma nessuna possibilità di ricorrere al voto segreto. Qui sta la "prova del budino": le nostre forze politiche, così divise al loro interno, saranno capaci di raggiungere accordi tanto precisi e lungimiranti, destinati a durare, senza continuare a suddividersi all'infinito al loro interno e, poi, a rompere gli accordi con i loro avversari-alleati? "Con 307 voti - ha ricordato Bersani le dimissioni dell'ultimo governo di centrodestra - Berlusconi salì al Quirinale, nessuno di Forza Italia se lo ricorda?" Infine, non c'è l'indicazione del 'capò della coalizione - ovvero del candidato premier - nè l'obbligo per la coalizione di presentare un programma comune.

Sinistra in piazza contro fiducia - Sinistra in piazza domani contro la fiducia chiesta dal governo per approvare il Rosatellum Bis. 'Impedite il ritorno della melma', manda a dire in un lungo post sul suo blog. Anche Alessandro Di Battista mette in guardia: "dobbiamo essere tanti, se siamo 2 mila è un conto se siamo 40 mila un altro". In piazza anche i militanti del movimento guidato dal generale dei carabinieri in pensione, Antonio Pappalardo. Intervenuto ieri pomeriggio a Carta Bianca su Rai 3 il leader di Campo Progressista ha parlato di una legge "non incostituzionale ma sbagliata", che non permette di "scegliere una gran parte dei parlamentari". Con questa legge sarà composto da rappresentanti dei partiti.

Romina Power confessa: Albano mi ama ancora. La risposta di Loredana Lecciso
Romina Power torna in tv e fa una confessione a cuore aperto destinata a far discutere molto. A completare il look un paio di decolletè con tacco a spillo altissime.

A Montecitorio arrivano i primi due sì sulla legge elettorale.

Secondo Matteo Salvini, "se non passa questa Legge elettorale perché ci sono i voti segreti, e anche questo secondo me è irrispettoso, andremo a votare con il vecchio proporzionale e quindi ci sarà l'anarchia, il caos". "Sarebbe meglio - ha proseguito Fratoianni - che tutti si assumessero la responsabilità di dire la verità di fronte agli italiani, credo che aiuterebbe la 'pulizia' della comunicazione politica".

Comments