Roma, col Napoli Pellegrini ci sarà

Adjust Comment Print

Il centrocampista della Roma non vede l'ora di scendere in campo, sperando di dare il suo contributo nel prossimo, duro incontro di campionato con il Napoli, magari realizzando il primo gol in giallorosso: "Sabato il primo gol?" Lo spero, mi piacerebbe fare il primo all'Olimpico, ma quando arriva arriva.

Pellegrini conosce Di Francesco già dai tempi del Sassuolo: "Per me è stato importantissimo, mi ha aiutato molto, ho ha fatto capire che non ci si deve mai accontentare". Vogliamo vincere per affrontare anche meglio l'impegno di Champions League con il Chelsea. Il dolore è sparito, quindi sarò a disposizione per sabato. Abbiamo lavorato molto bene in questi giorni. "Dispiaciuto per aver saltato le gare della Nazionale, ma non era possibile farcela con questo piccolo problema". L'obiettivo è questo senza soffermarsi troppo su quello che si è fatto anche perché nel calcio si fa presto a dimenticare. Non bisogna mai accontentarsi.

Infine, Pellegrini racconta il suo rapporto con Di Francesco: "E' stato e continua ad essere molto importante per la mia carriera e la mia crescita".

Colpita dal carico di un camion, morta donna di 52 anni
La donna , 50enne, gestiva un panificio della zona e non è stata soccorsa da chi l'ha investita. G., 31 anni, che stava scaricando la merce che trasportava in un cantiere edile di Patti.

Quando ero piccolino, non avendo ancora capito il mio ruolo, non avevo un calciatore a cui mi ispiravo. Anche se De Rossi è stato un punto di riferimento anche nella mia famiglia, dove siamo tutti romanisti. Era bello vederlo giocare perché dava gioia e serenità.

Quando hai un big match davanti a te e gran parte dei titolari ti danno impressioni positive sulla loro forma fisica, tendenzialmente non puoi che gioire. Con Daniele ci capita spesso di parlare, a volte mi consiglia di non andare con troppa fretta in avanti. Rischi di essere in balia di ogni pallone e non si riesce a respirare in campo. Saremo di fronte alla tv per vedere i sorteggi. L'attaccante dovrebbe partire dal 1', così come Pellegrini. Siamo tre ragazzi di Roma, sarebbe stupendo.

In Russia l'Italia potrebbe avere in rosa tre romani come Florenzi, De Rossi e Pellegrini, tutti diventati calciatori a Trigoria.

Comments