Di Francesco: Scudetto? Battiamo Napoli

Adjust Comment Print

Il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, parla ai microfoni, dinanzi i giornalisti, nella consueta conferenza stampa pre partita. Valuteremo Kevin per il Chelsea, potrebbe essere recuperato. Per Schick non serve fretta, basta domande su di lui. Dato che io sono il primo responsabile, lo convocherò quando sarà in grado di giocare almeno uno spezzone di gara. "Lo faccio per il suo bene". Karsdorp sarà convocato, ma vale lo stesso discorso di Schick. "Bisognerà vedere la sua disponibilità per un utilizzo in corsa, ma non dimentichiamo che ha fatto tre sedute con noi". Credo che la prestazione sarà importante. Se qualcuno andrà a pressare Jorginho sarà per far difendere meglio gli altri. Cercheremo di recuperarlo prima possibile. "Di certo ci vorrà maggiore attenzione".

Sarà una partita molto importante a prescindere dal risultato.

Da questa sfida esce l'anti-Juve? "Chi perde sarà minimamente penalizzato, anche sotto l'aspetto psicologico". Certe partite sono importanti ma ne mancano tantissime fino alla fine del campionato. La squadra che riuscirà a fare meglio la fase difensiva riuscirà a fare un risultato importante. Di squadra, non solo i 4.

Milan, Romagnoli: "Derby da vincere e spero di segnare ancora"
La Roma ha già vinto con noi purtroppo, l'Inter è un derby e la Juve è la squadra che comanda la Serie A da 7 anni. Suso? È fenomenale, in allenamento è sempre molto complicato marcarlo. "Meglio averlo dalla nostra che contro".

"I giocatori sono rimasti quasi tutti, è cambiato l'allenatore". Ha avuto una crescita esponenziale arrivando al 4-3-3 con bravissimi interpreti.

Se mi fa paura sentire parlare di scudetto? Mertens è diventato centravanti per esigenza e per la bravura dell'allenatore che lo ha fatto crescere. E' un centravanti atipico. Che sanno giocare fra le linee e attaccare la profondità, con Callejon che è un maestro in questo. "La squadra ha una manovra corale che è come una sinfonia". Questo non è però sinonimo di risultati. Il Napoli può essere una delle favorire, ma la Juve è sempre la squadra da battere. Questa squadra ha fatto fatica nelle amichevoli, ma in campionato ha perso una sola partita, peraltro senza meritarlo. La miglior difesa non nasce dalla difesa e la mia analisi si riferisce proprio a questo. Lei è d'accordo? Inoltre, Naingolann giocherà più avanti? "Questa domanda vorrei che fosse fatta domani se arriverà una vittoria". Non rispondo, magari domani se vinciamo. Penso sia un aspetto da non sottovalutare. La squadra sconfitta sarà relativamente penalizzata, perché mancheranno poi altre trenta partite. Per noi la cosa più importante è credere in noi stessi e lavorare con umiltà. Alla lunga il bel gioco può pagare, ma anche una squadra come la Juve, che ha una mentalità vincente, può fare la differenza.

Detto del tridente, secondo le ultime voci il centrocampo potrebbe essere composto dal trio di titolari, anche se alcuni danno in rialzo le quotazioni di Pellegrini. Migliorato qualcosa a partire dagli stadi e l'accessibilità e altre cose che non aiutano la gente ad andare allo stadio. "Non è un discorso solo di Roma ma generale".

Comments