Scoperta una rete di pedofili che operava in tutta Italia: 10 arresti

Adjust Comment Print

Nell'inchiesta della stessa Procura per una presunta rete di pedofili dediti allo scambio di immagini online è coinvolto anche un magistrato della Corte d'appello di Reggio Calabria, Gaetano Maria Amato di 58 anni. 10 arresti e 47 perquisizioni e sigilli a ingente materiale informatico prodotto mediante lo sfruttamento sessuale di minori.

Le indagini sono partite dopo l'arresto di un 38enne altoatesino, nel febbraio 2016: l'uomo era stato trovato in possesso di 4 Terabyte di materiale digitale (foto/video) contenente esibizioni pornografiche di minorenni.

L'arrestato, una volta scoperto, ha detto di aver scaricato tutto da internet, preso da persone di cui tuttavia non è stato in grado di fornire nomi. Sono stati loro, infatti, a scoprire un intenso utilizzo dell'applicazione Voip e una rubrica con un centinaio di contatti dislocati su tutto il territorio nazionale.

Con l'utilizzo, poi, di particolari software, i poliziotti sono riusciti a ricostruire a posteriori un'enorme quantità di conversazioni, dalle quali emergeva la morbosità degli interlocutori nei confronti di pratiche sessuali con minorenni.

Qualificazioni Mondiali, il quadro completo delle qualificate
Nella notte hanno staccato il pass iridato le quattro sudamericane: Brasile, Uruguay, Argentina e Colombia . Le altre quattro partecipanti europee verranno decretate in seguito a un play off con andata e ritorno .

L'uomo, fulcro di una rete con più di cento contatti si presentava spesso come madre di una bambina minorenne affermando di essere attratto da bambini.

I target coinvolti nel traffico della produzione e cessione di materiale illecito hanno accordi ben stabiliti, patti di segretezza da mantenere e l'obbligo di fare uso dell'instant messaging per la condivisione delle foto proibite di minori al fine di rimanere anonimi e quindi restare impuniti.

Una rete di pedofili ramificata in tutta Italia.

Gli investigatori hanno messo sotto controllo 48 persone coinvolte, sparse in varie regioni italiane: dal Trentino Alto Adige alla Sardegna, passando per Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo, Puglia, Campania e Sicilia.

Comments