Siluro del Pd al governatore di Bankitalia: no alla riconferma

Adjust Comment Print

(Ultime Notizie - Ultim'ora di martedì 17 ottobre 2017) Opposizioni all'attacco del Pd, dopo il sì della Camera alla mozione dem su Bankitalia.

Lo stesso governo, però, ha dato parere positivo alla mozione presentata dal Pd che, pur senza fare alcun riferimento specifico a Visco, suggerisce di individuare una figura più idonea a garantire nuova fiducia nell'istituto. Come se in questi anni al governo ci fosse stato qualcun altro. Ad astenersi sono stati i deputati di FI e di Mdp. Tutte respinte le altre mozioni, a partire da quella del M5S, che miravano direttamente a impegnare il governo a non confermare il governatore uscente alla guida di Bankitalia. Lo ha detto il leader del Pd, Matteo Renzi a Radio 105 Matrix. "Non è così che si fa".

"Se vuole la mia opinione sul passato - ha aggiunto Renzi - io l'ho scritta in un libro".

"Per crisi banche Pd non responsabile, spero anche altri".

Torino, violenta lite al mercato: uomo ucciso con una coltellata alla gola
Il 52enne, nonostante i soccorritori, subito intervenuti, abbiano cercato di rianimarlo per quasi 40 minuti, è deceduto poco dopo. Colpito al petto anche un amico della vittima, illeso grazie agli abiti che indossava.

Richetti: "Pd chiede una nuova fase". Le medesime fonti aggiungono che le prese di posizione sul ricambio al verytice della nostra banca centrale dovrebbero tener conto "dell'interesse della situazione economica dell'Italia e della tutela del risparmio degli italiani". Infine la sottolineatura velatamente polemica: "A tali principi deve attenersi l'azione di tutti gli organi della Repubblica, ciascuno nel rispetto del proprio ruolo". In particolare nella vigilanza bancaria, in questi anni segnati dalla più grave crisi economica della storia moderna d'Italia, ha difeso il risparmio nazionale limitando i danni. Di tutto questo, "vi è ampia evidenza anche pubblica".

Resta, invece, un passaggio in ci si dice che "le predette situazioni di crisi o di dissesto hanno costretto il governo e il Parlamento ad approvare interventi straordinari per tutelare, anche attraverso l'utilizzo di risorse pubbliche, i risparmiatori e salvaguardare la stabilità finanziaria, in assenza dei quali si sarebbero determinati effetti drammatici sull'intero sistema bancario, sul risparmio dei cittadini, sul credito al sistema produttivo e sulla salvaguardia dei livelli occupazionali". E' l'impegno che il Pd chiede al Governo nella mozione depositata in Aula alla Camera sui criteri di nomina del nuovo governatore della Banca d'Italia (il mandato di Ignazio Visco scade a fine mese). Il Pd non entra nel merito di una decisione che spetta al governo e al presidente del Consiglio ma non si può sottrarre da un giudizio e la mozione traccia la necessità di segnare una fase nuova'.

Durissimo il commento di Pier Luigi Bersani di Mdp: "La mozione del Pd è fuori da ogni logica, non puoi buttare in piazza la Banca d'Italia così".

Nessun rinnovo in vista per Ignazio Visco, come governatore di Bankitalia.

Comments