MARCO DELLA NOCE/ Sul lastrico: i meccanici Ferrari vogliono aiutarlo

Adjust Comment Print

"La notizia di Marco della Noce (noto comico di Zelig) che oggi vive in auto dopo essere finito sul lastrico in seguito alla separazione dalla moglie - spiega Antonio Saggese, consigliere regionale del gruppo Maroni Presidente - ci porta a ricordare che in Lombardia si registra il più alto numero di separazioni e quindi di fragilità in capo ai componenti della famiglia, soprattutto ai padri che si ritrovano a dover pagare un assegno di mantenimento e con la privazione della casa coniugale".

Ma intanto Marco ha un sogno: tornare a fare cabaret che è il suo lavoro e rivela: "Sono ancora giovane e voglio riprendere a fare quel bellissmo lavoro che ho fatto per quasi trentacinque anni". Ma la strada per il ritorno alla vita normale sarà lunga.

Marco della Noce: Il suo percorso in discesa è iniziato dopo il divorzio dalla moglie Laura, quando la sua ex compagna gli ha chiesto gli alimenti per i figli. Secondo Tiziana Franchi, infatti, "si fatica a mantenere una figura genitoriale adeguata, e spesso se non ci si può permettere una casa abbastanza grande non si riesce a ottenere il permesso di pernottamento per i bambini, che quindi trascorreranno meno tempo con il genitore". Tra i suoi ex compagni di lavoro è scattata subito la gara di solidarietà, ma un segnale positivo - come racconta Modenatoday - è arrivato anche dall'associazione degli ex meccanici del Cavallino rampante.

Formula E: sará visibile su Mediaset per i prossimi tre anni
Una due giorni di sport ed emozioni durante la quale le monoposto elettriche sfrecceranno tra le bellezze di Roma . Senza dimenticare le scuderie derivazione di case automobilistiche prestigiose quali Jaguar, Audi, Renault .

Era una delle star di Zelig, ora dorme in macchina il comico Marco Della Noce.

"Sono molto dispiaciuto per quello che sta vivendo e forse siamo già riusciti a trovargli una casa per questo periodo difficile - ha aggiunto Zanetti". Il comico ora ha chiesto aiuto ai servizi sociali: "Mi hanno promesso - ha raccontato - che nei prossimi giorni cercheranno di trovare una sistemazione". La decisione dei giudici lo hanno messo in grosse difficoltà, facendogli perdere dei contratti lavorativi e credibilità professionale. "Sono loro la vera forza che mi fa andare avanti".

Comments